• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, Jovetic: "Non voglio andarmene. Touré e Zabaleta ci farebbero comodo"

Calciomercato Inter, Jovetic: "Non voglio andarmene. Touré e Zabaleta ci farebbero comodo"

L'attaccante montenegrino spegne le voci che lo vorrebbero lontano dai nerazzurri dopo una sola stagione


Stevan Jovetic ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

05/05/2016 07:35

CALCIOMERCATO INTER JOVETIC TOURE' ZABALETA / MILANO - Qualche lampo, diverse ombre e, ora, molte voci che lo vorrebbero via dall'Inter già durante la prossima estate di calciomercato, ad un solo anno dal suo arrivo. Ma Stevan Jovetic ha le idee chiare sul suo futuro e, dopo una stagione non brillante, vuole il riscatto, ancora in nerazzurro, e lo ribadisce in una lunga intervista concessa al 'Corriere dello Sport': "Da 1 a 10 darei 5 alla mia stagione. Speravo di realizzare molti più gol. Quando ho giocato sempre sono andato bene e ho anche fatto la differenze, poi ho iniziato a giocare ad intermittenza e non è facile in queste condizioni essere decisivo in ogni incontro. Mancini? Rapporto normale, come quello che ha con tutti gli altri. Sono arrivato qua per restare almeno un paio di anni. A fine stagione parlerò con la società, ma non voglio andarmene. Posso dare molto a questa squadra e non ho fatto vedere ancora cosa valgo".

Jovetic, poi, consiglia due suoi ex compagni al Manchester City, finiti nel mirino del calciomercato Inter: "Touré e Zabaleta sono tra i più forti al mondo e sarebbero utili per qualsiasi squadra, quindi anche per l'Inter. Zabaleta è uno affidabile che sulla fascia non tradisce mai, Touré è un mix di forza fisica, tecnica e personalità, un centrocampista che perde pochi palloni perché li nasconde agli avversari".

La chiusura è sull'intesa con Mauro Icardi e la sfida alla Juventus: "Mi piace stare vicino alla porta, ma non sono un centravanti. Credo di rendere al massimo dietro un'altra punta o comunque con un giocatore accanto. Io ed Icardi insieme abbiamo disputato ottime partite e altre meno buone. Ma dal primo minuto abbiamo disputato solo 10 o 12 partite ed il feeling lo trovi in partita, non in allenamento. La Juve? Faccio loro i miei complimenti, conquistare tutte queste vittorie è un risultato eccezionale. Cosa hanno in più rispetto a noi? Esperienza, elementi che giocano insieme da anni e qualità. Se si può ridurre il gap quest'estate? Si deve ridurre".




Commenta con Facebook