• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Frosinone > Genoa-Frosinone, Stellone: "Dobbiamo giocare con il sangue agli occhi"

Genoa-Frosinone, Stellone: "Dobbiamo giocare con il sangue agli occhi"

Il tecnico gialloblu: "Paganini e Soddimo out. Troveremo un ambiente difficile"


Roberto Stellone (Calciomercato.it)
dall'inviato Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

02/04/2016 10:48

GENOA FROSINONE CONFERENZA STAMPA STELLONE SERIE A/ FROSINONE - Vigilia di campionato per Roberto Stellone che dopo aver diretto l'allenamento allo stadio 'Matusa', è intervenuto in conferenza stampa in vista del match che vedrà i gialloblu impegnati in casa del Genoa.

FORMAZIONE - "Non ci saranno Paganini e Soddimo. Il modulo sceglietelo voi, vi dico la formazione che ho già comunicato ai ragazzi. Domani giocheranno Leali, Matteo Ciofani, Ajeti, Blanchard, Pavlovic, Gucher, Gori, Sammarco, Daniel Ciofani, Dionisi e Kragl".

SANGUE AGLI OCCHI - "Il nostro obiettivo adesso è la gara di domani, dove dobbiamo scendere in campo con più determinazione di loro, giocare con il sangue agli occhi pensando sia l'ultima partita del campionato. Le motivazioni tra noi e loro sono simili, ma noi siamo messi peggio di loro e dobbiamo avere più voglia di fare punti. Non voglio una partita bella ma una in cui vinciamo i duelli".

IL GENOA - "Troveremo un ambiente difficile ma dobbiamo essere pronti sotto ogni aspetto, mentale, fisico, tattico e di motivazioni. Il Genoa viene da una serie di risultati non positivi ma è una squadra di qualità, gioca a calcio ed ha giocatori importanti sulla fascia. Noi dobbiamo fare cinque-sei punti nelle prossime quattro partite".

L'ANDATA - "La partita dell'andata fu strana, prendemmo gol subito, ci fu una grande reazione e andammo in vantaggio, sembrava tutto facile ma concedemmo l'occasione del pareggio in una situazione in cui non siamo stati scaltri. Meritavamo qualcosa in più, domani non bisogna fare errori perché avremo di fronte una squadra che ti punisce al minimo sbaglio".




Commenta con Facebook