• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Allegri: "Addio? Quando sarà il momento..."

Calciomercato Juventus, Allegri: "Addio? Quando sarà il momento..."

L'allenatore bianconero ha parlato del suo futuro e non solo


Massimiliano Allegri ©Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

04/03/2016 07:35

CALCIOMERCATO JUVENTUS INTERVISTA A MASSIMILIANO ALLEGRI SUL CORRIERE DELLO SPORT / TORINO - L'edizione odierna del 'Corriere dello Sport' propone una lunga intervista all'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri. Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti sulle ultime news in chiave calciomercato Juventus e non solo.

COPPA ITALIA - "Quella di Inter-Juve è stata una serata positiva, la sconfitta più dolce che potesse capitarci. Sarà utile per il nostro percorso di crescita. Contro il Milan sarà una bella sfida. Nuovo Double? C'è tanto entusiasmo ma facciamo un passo alla volta. Anticipare la finale? Per la regolarità del campionato direi di no".

SCUDETTO - "Il Napoli ha la possibilità di fare tante vittorie, dobbiamo stare attenti. Sarri è stato molto bravo a trovare un sistema di gioco capace di esaltare le qualità del Napoli. Ottima l'intuizione di schierare Hamsik mezz'ala: è molto bravo e avrebbe giocato così anche nella mia Juve. Higuain? Con Lewandowski e Suarez è tra i migliori centravanti al mondo. E ci aggiungo Benzema, se sta bene. Il fatturato? Ci sono statistiche che ne svelano l'incidenza, ma il calcio è l'unico sport dove il più debole può battere il più forte e la verità è che tutto si usa quando ci fa comodo. La Roma? Può far filotto ed arrivare a 86 punti. L'Inter? Il calcio è una brutta bestia: bisogna essere bravi a vivere di equilibrio".

CHAMPIONS LEAGUE - "E' durissima, ma io ci credo. Il nostro percorso di crescita internazionale è buono ma migliorabile. E' un peccato non essere arrivati primi nel girone".

DYBALA - "Ha lo sguardo assassino. Tempo due anni può arrivare al top, appena dietro Ronaldo e Messi".

MANDZUKIC - "A volte non capisco come si faccia a criticare Mandzukic, ha fatto bene ovunque".

MORATA - "E' un grande giocatore, ha pagato un po' lo scotto di avere responsabilità maggiori in un attacco fatto di altri giovani, Mandzukic a parte".

POGBA - "Ha fatto passi avanti, ma deve migliorarsi ancora. Tutti gli dicono che è bello e bravo, così finisce per specchiarsi".

RUGANI - "Ognuno ha i suoi tempi di crescita e quelli di Rugani sono maggiori di altri giovani. Deve diventare più sfrontato. Lui e Romagnoli saranno i difensori azzurri del futuro".

TOTTI - "L'addio è un dazio che ogni grande calciatore, ogni grande artista deve pagare. Smettere è dura se sei stato un campione, ma se trovi la forza è la cosa migliore. Le società dovrebbero organizzare dei corsi per preparare il post-carriera"

FUTURO - "Io al Real o al Psg? Per un mese e mezzo hanno detto che studiavo inglese, ora all'improvviso dovrei studiare spagnolo e francese. Come faccio? Io a scuola non ci sono mai andato... (ride, n.d.r.). Quando sarà il momento, mi piacerebbe conoscere diverse culture. Ma ora sto bene alla Juve. A fine carriera mi piacerebbe diventare ct, ora sono ancora giovane. Conte al Chelsea? Farà bene di sicuro".

SUPERLEAGUE - "Finirà così, è inevitabile. Il dislivello tra club è troppo netto".

 




Commenta con Facebook