• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI TOTTENHAM-FIORENTINA

PAGELLE E TABELLINO DI TOTTENHAM-FIORENTINA

Lamela trascina gli Spurs, Gonzalo è irriconoscibile, Kalinic ci prova


Ryan Mason ©Getty Images
Lorenzo Bettoni @lorebetto

25/02/2016 23:05

ECCO LE PAGELLE DI TOTTENHAM-FIORENTINA:

 

TOTTENHAM

Lloris 6 - Sempre attento, trasmette tanta tranquillità.

Trippier 7 - Marcos Alonso non è tra i clienti più semplici che ci siano, ma lui non fa una piega, gli dà sempre l’interno e lo spagnolo si scioglie. Spinge, anche, inducendo Gonzalo all’autogol.

Alderweireld 6,5 - Roccioso, a volte macchinoso, ma sostanzialmente efficace. Kalinic lavora molto per tenere su la squadra, ma lui non gli concede occasioni da gol. Abbocca solo ad un paio di finte di Zarate.

Wimmer 6 - Si coordina bene con Alderweireld e concede poco o nulla.

Davies 6,5 - Molto attento in fase difensiva, si concede qualche sgroppata in avanti.

Dier 7 - Sporca tutti i palloni che passano dal centro. Non si perde un contrasto ed in più non ha nemmeno dei brutti piedi. Uomo chiave per lo scacchiere di Pochettino.

Mason 7 - Sguscia dietro a Tomovic per segnare la rete del vantaggio. Sfiora il poker nel finale. Si nota poco, ma se guardi bene c’è sempre. Dall’ 87’ Winks s.v.

Lamela 7,5 - Gli capita di estraniarsi dal gioco, ma quando ha il pallone tra i piedi dimostra di essere il più tecnico sul rettangolo verde. Non spreca una palla, segna il sesto gol in sei partite di Europa League. Dal 76’ Onomah 6 – Il giovane centrocampista inglese prova qualche inserimento palla al piede ma viene chiuso.

Alli 7 - Aggressivo, anche se a volte esagera e non tira indietro il piede. E’ suo il tocco che manda in porta Mason per la rete del vantaggio inglese. Ammonito per simulazione nella ripresa. Dall’ 84’ Bentaleb s.v.

Eriksen 7 - Elastico tra centrocampo e attacco. Recupera palloni, corre e svaria su tutto il fronte offensivo. Ha grandi qualità tecniche e lo dimostra.

Chadli 6,5 - Falso nueve e nemmeno troppo falso, se vogliamo dirla tutta, visto che il belga è un buon riferimento centrale per i centrocampisti degli Spurs, almeno nel primo tempo. Propizia il raddoppio di Lamela e non smette mai di correre.

All. Pochettino 7 – Che bella squadra il suo Tottenham! Giovani, forti e tecnici. Gioca senza la sua punta designata (un po’ come se il Napoli giocasse senza Higuain o la Juve senza Dybala) ma vince comunque tre a zero e la qualificazione non pare mai a rischio.

 

FIORENTINA

Tătărușanu 5,5 – Qualche errore con i piedi, potrebbe respingere più  laterale la conclusione di Chadli che Lamela traduce nel 2-0. Due buoni interventi su Mason prima ed Eriksen poi, ma la gara è già finita.

Tomović 5 - Mason gli sbuca dietro per segnare la rete del vantaggio. Soffre costantemente la presenza di Lamela ed anche il 2-0 arriva da quella parte.

Gonzalo Rodríguez 4,5 – Uno dei centrali più in palla del nostro campionato viene fatto arrossire dai ragazzi terribili di Pochettino. Una sua uscita scellerata sull’1-0 regala il raddoppio agli Spurs. Si butta dentro da solo la palla del terzo gol. Da dimenticare.

Astori 5 – Anticipato da Alli  nel primo tempo, è troppo timido e conferma i propri limiti quando difende dentro l’area.

Alonso 5 - Timoroso in avvio, si toglie di dosso un po’ di paura a fine primo tempo. Spinge nella ripresa ma basta che Trippier gli chiuda la via del sinistro che lui si incespica e non crossa mai.

Vecino 5 - Mai in partita, anche lui è eccessivamente remissivo nell’affondare i tackle e nel portare il pallone. Manca la personalità europea.

Badelj 5 - Rientra da un infortunio ed è nel mirino del Tottenham per la prossima stagione anche se stasera fa fatica nella gestione del pallone. Dall’ 82’ Mati Fernandez s.v.

Borja Valero 5,5 - Deviazione di testa nel primo tempo che dà solo l’illusione del gol. Condisce il suo primo tempo con un paio di tunnel niente male. Decentrato a sinistra nella ripresa viene depotenziato. Dal 74’ Błaszczykowski 6 – Viene cercato poco.

Bernardeschi 5 - Nel primo tempo è costretto a compiti difensivi dai quali si slega nella ripresa. Avrebbe tre ghiotte occasioni per mandare in porta i compagni. Opta sempre per la soluzione personale e sbaglia.

Kalinić 6,5 - Qualche buono spunto, specialmente per far salire la squadra. Di fronte alla porta non è giudicabile perché di fatto non gli vengono offerte palle gol che si possano definire tali ma fino al novantesimo dà una mano alla squadra e tiene botta nonostante i centraloni del Tottenham lo marchino sempre stretto.

Iličić 5 - Serata complicata quella dell’ex Palermo. Si denota la sua poca brillantezza, sia quando deve gestire le ripartenze che quando si ritrova al limite della propria area, come quando per poco non regala la seconda rete al Tottenham. Dal 61’ Zarate 6 – Quantomeno prova a calciare in porta. Dà vivacità.

All.Paulo Sousa 5 – Arriva con idee tattiche un po’ confuse. Bernardeschi cambia tre ruoli in 90’ e non viene schierato dove fa la differenza ovvero dietro le punte. Ilicic, poi, non è in forma, così come Badelj. Brusco passo indietro rispetto al campionato dove tutto sembra andare per il meglio. Lunedì arriva il Napoli, anch'esso eliminati dalla Coppa.

 

Arbitro: Ovidiu Haţegan 6,5 – Unico dubbio il contatto Astori-Alli che sfocia nel 2-0 di Lamela. Il contatto c’è ma a velocità normale sembra un semplice contrasto di gioco. Non è comunque colpa di quell’episodio se la Fiorentina esce dall’Europa League.

 

TABELLINO

TOTTENHAM-FIORENTINA 3-0

Tottenham (4-2-3-1): Lloris; Trippier, Alderweireld, Wimmer, Davies; Dier, Mason (dall’ 87’ Winks); Lamela (dal 76’ Onomah), Alli (dall’ 84 Bentaleb), Eriksen; Chadli. A disp.: Vorm; Carter-Vickers, Rose, Bentaleb, Winks, Son. All.: Pochettino.

Fiorentina (4-3-3): Tătărușanu; Tomović, Gonzalo Rodríguez, Astori, Alonso; Vecino, Badelj (dall’ 82’ Mati Fernandez), Borja Valero (dal 74’ Błaszczykowski); Bernardeschi, Kalinić, Iličić (dal 61’ Zarate). A disp.: Lezzerini, Satalino; Pasqual, Babacar. All.: Paulo Sousa.

Arbitro: Haţegan (Romania)

Marcatori: 25’ Mason (T), 62’ Lamela (T), 81’ aut. Gonzalo Rodriguez (T)

Ammoniti: 38’ Tripper (T), 45’ Tomovic (F), 60’ Alonso (F), 78’ Alli (T), 89’ Davies (T)

Espulsi:




Commenta con Facebook