• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Milinkovic-Savic: "Voglio giocare la Champions", Felipe Anderson: "Qui sono felice"

Lazio, Milinkovic-Savic: "Voglio giocare la Champions", Felipe Anderson: "Qui sono felice"

Il serbo, assieme a Gentiletti e Felipe Anderson, ha incontrato gli alunni dell’Istituto comprensivo 'Grazia Deledda'


Milinkovic-Savic © Getty Images

09/02/2016 14:12

LAZIO NELLE SCUOLE FELIPE ANDERSON GENTILETTI MILINKOVIC-SAVIC / ROMA - La Lazio prosegue nel suo tour delle scuole: oggi è toccato all’Istituto comprensivo 'Grazia Deledda' al quale hanno fatto visita Santiago Gentiletti, Felipe Anderson e Sergej Milinkovic-Savic. Proprio quest'ultimo ha avuto modo di svelare un suo sogno: "Voglio disputare la Champions League e voglio fare tutto secondo le mie possibilità per farcela". La parola è poi passata ai due compagni di squadra, di seguito le loro dichiarazioni riportate da 'lazionews.eu': 

FELIPE ANDERSON - "Mia madre dice che quando ero nella pancia già davo i calci. A 5-6 anni ero sempre con il pallone. Se c’è tensione dopo una partita persa? Sì, perché siamo tutti delusi ma ci sono compagni che provano a dare forza, come Santiago (Gentiletti, ndr) che ci incita a pensare alla prossima. Quando perdi anche dormire è difficile. Come si fa a diventare dei campioni? Dovrebbe essere qui a rispondere Klose (ride ndr)! Tutti vogliono essere campioni, devi fare cose diverse dagli altri, devi fare qualcosa di unico ogni giorno. Durante le partite cerchiamo di dare sempre il nostro meglio, a volte non riesci a darlo, ma per fortuna ci sono i compagni che ti sostengono a fare di più”. Infine una breve battuta sul suo futuro: "Quando ho avuto la possibilità di venire alla Lazio non ci ho pensato molto. Già seguivo la squadra, sono molto contento di giocare nella Lazio".

GENTILETTI - "Quando vinciamo una partita c’è sempre soddisfazione. È bello fare bene nel weekend quello che proviamo per tutta la settimana. Quando ho giocato la prima volta all’Olimpico ero molto emozionato, è una sensazione difficile da spiegare. L’emozione aumenta quando c’è una partita importante. Perché ho scelto il calcio? Di piccolo già giocavo a calcio, giocare a calcio è un desiderio che uno sente dentro da piccolo e piano piano vuole diventare professionista. L'ultimo derby? E' stata una sensazione bruttissima, perdere il derby non è mai bello”.

D.G.




Commenta con Facebook