• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Il punto di CM.IT > IL PUNTO DI CM.IT - Chi ha Higuain e chi ha... i guai: l'importanza del 'puntero' nelle big

IL PUNTO DI CM.IT - Chi ha Higuain e chi ha... i guai: l'importanza del 'puntero' nelle big

Spopolano l'attaccante del Napoli e Dybala, l'altra faccia della medaglia sono i bomber tristi Icardi e Dzeko


Gonzalo Higuain ©Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

26/01/2016 11:32

PUNTO CM.IT ATTACCANTI BIG SERIE A / NAPOLI - C'è chi ha i guai e chi ha Higuain. Alla fine per molti, si riduce tutto a questo: chi ha il centravanti più forte o semplicemente più in forma di tutti. Ovviamente non è così, non è il fantacalcio, non è il calciomercato e le dinamiche in ballo sono tantissime. Ma di certo avere un attaccante del calibro del 'Pipita' fa una bella differenza, soprattutto in queste condizioni. E a proposito di condizione, lassù, gran parte della differenza la stanno facendo proprio i 'punteros', i centravanti. Nel bene e nel male. 

DYBALISSIMO E HIGUAINISSIMO - Dybalissimo. Così titolava stamattina la Gazzetta, a celebrare l'undicesima meraviglia della Juventus, anche questa con firma in calce di Paulo Dybala. L'ombroso inizio stagionale (suo e di Allegri) è stato spazzato via dal fascio di luce accecante proiettato adesso dal 21enne argentino sullo 'Stadium'. Anche con la Roma il timbro della 'Joya' è stato decisivo e ora l'intero popolo bianconero è ai suoi piedi. Numeri da record per Dybala e anche per un altro argentino, Gonzalo Higuain, autentico trascinatore del fantastico Napoli di Sarri. Se il bianconero ha fatto 7 gol in 6 partite, per l'azzurro il ruolino recita 21 in 21 gare, una media che polverizzerebbe qualsiasi impalpabile record del passato. Con la Sampdoria l'ennesimo centro, e se non fosse stata una mezza 'giornata-no' (si fa per dire, of course) ne avrebbe messi anche un altro paio. Certo, intorno a loro le squadre girano che è una meraviglia, ma con gente così lì davanti è tutto più facile. Molto più facile. 

DZEKO E ICARDI, DOVE SIETE? - Del resto l'ha detto anche Mancini, scherzando su Sarri e il suo gesto distensivo: gli ho dato la mia sciarpa, lui mi dia il 'Pipita'. Un attacco indiretto a Mauro Icardi, poi quello diretto è arrivato subito dopo. Maurito non sta giocando bene, è vero che di palloni gliene recapitano pochi ma lui non fa molto per guadagnarseli. In quella che è attualmente la sua peggior stagione italiana, l'argentino classe '93 sta trovando difficoltà enormi, soprattutto a causa della manovra asfittica dei nerazzurri, come ha fatto notare lui stesso qualche tempo fa. Stesso discorso, anzi peggio, per Edin Dzeko. La Roma è ormai una barca alla deriva e il bosniaco ne è lo spaesato timoniere. A secco anche a Torino, per lui e Salah si è ufficialmente aperto un caso stile 'Chi l'ha Visto'. Ora, con o senza la Sciarelli, si impone il ritrovamento immediato della coppia-gol. Ne va della stagione giallorossa.




Commenta con Facebook