• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Capello: "Adesso Higuain lotta per vincere. Messi il numero uno, ma Neymar..."

Napoli, Capello: "Adesso Higuain lotta per vincere. Messi il numero uno, ma Neymar..."

L'ex allenatore di Roma, Milan e Juventus ha rilasciato un'interessante intervista


Fabio Capello © Getty Images
Andrea Corti (@cortionline)

26/12/2015 10:23

CALCIOMERCATO CAPELLO NEYMAR HIGUAIN / ROMA - Dopo l'esperienza come Ct della Russia Fabio Capello è attualmente senza panchina. L'ex allenatore di Milan, Juventus e Roma continua però a seguire con attenzione le vicende del calcio mondiale e in un'intervista concessa a 'calciomercato.com' ha detto la sua su Leo Messi: "Quest'anno, fino all'infortunio, ha fatto qualcosa di straordinariamente importante: difficile pensare a un numero uno diverso da lui. Quando si parla dei migliori, vengono sempre in mente l'argentino e Ronaldo, ma io preferisco Messi. Attenti, però, perché... Sta arrivando Neymar. In questa stagione abbiamo assistito alla sua esplosione e credo che non si fermerà qui. Ora è uno dei primi tre, diciamo che completa il terzetto, per qualità e imprevedibilità".

HIGUAIN - Inevitabile, per Capello parlare anche del campionato il cui protagonista principale è finora Gonzalo Higuain. L'attaccante argentino, che a suon di gol sta caratterizzando le news Napoli degli ultimi tempi, è arrivato in Europa proprio grazie a un'intuizione di calciomercato di 'Don Fabio': "L'ho comprato io, l'ho portato io al Real Madrid. Aveva diciotto anni, era già fortissimo e me lo sono cresciuto. Un calciatore fantastico, uno dei migliori come centravanti puro, perché lui ha proprio quelle caratteristiche: potente, determinato, va davanti alla porta, segna. Adesso gioca con più rabbia, lotta per vincere, vuole conquistare qualcosa con la squadra".

PALLONE D'ORO - Si avvicina il momento della consegna del premio individuale più importante per il calcio, e Capello pensa a quanto è avvenuto in passato: "Se penso che non l'hanno mai vinto Baresi e Maldini, il Pallone d'oro, mi sembra di impazzire".

ATTACCANTI - A giugno l'Italia di Conte affronterà l'Europeo tra tante incognite. Per Capello un reparto in particolare non fornisce garanzie, quello offensivo: "L'Italia non ha grandi attaccanti. Ha buoni attaccanti, questo sì, ma non grandi attaccanti".




Commenta con Facebook