• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, Witsel il colpo per la rinascita 2016: le strategie di gennaio

Calciomercato Milan, Witsel il colpo per la rinascita 2016: le strategie di gennaio

Il centrocampista dello Zenit resta nel mirino. In difesa, obiettivo Matip


Axel Witsel © Getty Images
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

22/12/2015 10:53

CALCIOMERCATO MILAN JOEL MATIP E AXEL WITSEL GLI OBIETTIVI DEL MERCATO ROSSONERO DI GENNAIO PER LA RINASCITA 2016 / MILANO - Se la partita contro il Frosinone di domenica scorsa fosse terminata all'intervallo, probabilmente, questo articolo avrebbe assunto toni completamente diversi. La vittoria del Milan per 4-2 maturata nel secondo tempo della sfida del 'Matusa', però, oltre ad allontanare (momentaneamente?) le ombre sul futuro di Sinisa Mihajlovic, servirà ai tifosi rossoneri a guardare con maggiore ottimismo al 2016. Da Joel Matip ad Axel Witsel, la rinascita del Milan nel 2016 passerà anche per il calciomercato invernale.

MILAN, LA PANCHINA DI MIHAJLOVIC ORA E' PIU' SALDA

La partita contro il Frosinone, vinta dal Milan in rimonta grazie alle reti di Abate, Bacca, Alex e Bonaventura, rappresentava un crocevia importante per Sinisa Mihajlovic, arrivato in estate a Milano come 'salvatore della patria' ma ben presto messo in discussione - come i suoi predecessori Seedorf e Inzaghi - dall'ambiente rossonero. Proprio i contratti 'pesanti' ancora in vigore di Seedorf e Inzaghi hanno paradossalmente contribuito a salvare il tecnico serbo da un possibile esonero a lungo ventilato.

Nell'eventualità fosse arrivata la sconfitta contro il Frosinone nell'ultima gara del 2015, il Milan avrebbe valutato l'ipotesi di affidare la panchina a Marcello Lippi o Mauro Tassotti, quest'ultimo storico vice fino alla passata stagione. Sono loro due i nomi 'caldi' per la panchina del Milan in caso di nuovi 'scossoni' nel 2016. I tifosi rossoneri, calciomercato invernale permettendo, si augurano ora uno scenario diverso. Nel post-partita contro il Frosinone, Sinisa Mihajlovic ha commentato così a 'Sky' le critiche ricevute: "Siamo abituati. L'atmosfera è così per colpa nostra. Possiamo zittire tutti solo vincendo. Dopo Napoli abbiamo trovato una buona continuità".

CALCIOMERCATO MILAN, DALL'OCCASIONE MATIP AL SOGNO WITSEL: GENNAIO INFUOCATO

E' Axel Witsel il sogno di calciomercato Milan, passato presente e futuro. La scorsa estate, il Milan tentò invano l'acquisto di Witsel dallo Zenit: l'offerta dei rossoneri presentata in extremis in chiusura di mercato era di 4 milioni di euro per il prestito oneroso e 21 milioni per il riscatto: la proposta soddisfaceva la dirigenza dello Zenit San Pietroburgo, ma la mancanza di tempo non ha consentito di chiudere la trattativa entro la chiusura del calciomercato.

Ora, a pochi giorni dalla riapertura del mercato, è pronto a ritornare alla carica per il centrocampista belga. Il calciatore è valutato dal club russo tra i 25 ed i 30 milioni di euro. Secondo quanto scrive 'Tuttosport' oggi in edicola, però, l'eventuale pressing del giocatore in favore di un addio a gennaio potrebbe far calare il prezzo del cartellino fino a 20 milioni. L'alternativa principale al sogno Witsel a centrocampo, in casa Milan, resta Roberto Soriano, già allenato da Sinisa Mihajlovic alla Sampdoria. Il club blucerchiato valuta il giocatore 15 milioni di euro.

A gennaio, il Milan interverrà con ogni probabilità anche in difesa, dove c'è da trovare un compagno di reparto affidabile e duraturo per Alessio Romagnoli arrivato a peso d'oro in estate dalla Roma. L'obiettivo principale per il reparto arretrato è Joel Matip, 24enne difensore camerunese (ma con passaporto tedesco) in scadenza di contratto a giugno 2016 con lo Schalke 04. C'è la forte concorrenza del Liverpool.

Al termine della partita contro il Frosinone di domenica scorsa, l'amministratore delegato del Milan Adriano Galliani ha anticipato ai microfoni di 'Sky' le prossime mosse di calciomercato in casa rossonera: "Il gruppo è stato sempre con l'allenatore. Non ci sono mai stati problemi. Se avessimo fatto il nostro saremmo vicini al trenino davanti. Se pensiamo a Carpi e Verona c'è certamente qualche rimpianto. Calciomercato di gennaio? Se non esce nessuno, non entra nessuno. Arriva certamente Boateng per Suso. Honda invece resta. Ma se restano tutti siamo in tanti. Abbiamo tanti big come gli attaccanti e Donnarumma. La squadra vale più del sesto posto".




Commenta con Facebook