• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-VERONA

PAGELLE E TABELLINO DI NAPOLI-VERONA

Gli azzurri chiudono il match dopo 15'. Callejon non fa pesare il rigore sbagliato


Festa Napoli ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

16/12/2015 21:00

ECCO LE PAGELLE DI NAPOLI-VERONA

 

NAPOLI

Reina 6 - Una serata tranquilla per lo spagnolo, con l'unico brivido dato dalla traversa colpita da Checchin nel primo tempo.

Maggio 6 - Il livello della sua prestazione cresce col passare dei minuti. Un po' 'freddo' all'inizio del match, si mostra sempre più sicuro, al punto da tentare qualche accelerazione in attacco.

Chiriches 6 - Dopo un brivido iniziale, torna l'affidabile centrale che ha già dato ampie garanzie a Sarri. Il Verona non attacca molto, ma lui si fa semre trovare pronto.

Koulibaly 6,5 - Non sente la stanchezza dei tanti impegni stagionali. Si mostra sempre sicuro e attento, facendo sentire il peso del proprio fisico in area di rigore, in occasione di alcune palle alte lanciate dal Verona.

Strinic 6 - Sarri lo ha tenuto fuori per svariate giornate in attesa che migliorasse i movimenti difensivi. Strinic ha dimostrato d'aver compreso la lezione del tecnico, e stasera ha offerto un'ottima prova, tenendo bene la posizione, spingendosi spesso alle spalle di Mertens.

Allan 6 - Bologna è ormai un capitolo archiviato. Il brasiliano è tornato ai suoi livelli già contro la Roma, confermandosi stasera. Sempre attento e aggressivo, più impegnato in fase di copertura che in rifinitura. Dal 66' Chalobah 6 - Ha voglia di far bene e mettersi in mostra. La sua partita non offre particolari squilli, ma svolge bene il compito assegnato.

Valdifiori 5.5 - Si fa trovare poco in mezzo al campo, limitandosi a passaggi semplici in mediana. Da lui ci si aspetterebbe di certo di più e, allo stato attuale, non stupisce il fatto che Sarri gli preferisca Jorginho. 

D. Lopez 6 - Resta in campo per poco più di 45', mostrandosi attento e sicuro, provando a dare il proprio contributo anche in attacco, mantenendo alta la linea di centrocampo insieme ad Allan. Dal 49' Hamsik 6 - Si muove bene in mezzo al campo, ma spreca l'occasione per tornare al gol in maglia azzurra dal dischetto. In mezzo al campo però non fa mai mancare il proprio supporto.

Mertens 6,5 - Ha voglia di far bene e mettere in crisi Sarri in fase di scelta. E' in forma e mette in crisi la difesa del Verona in più di un'occasione, segnando un gol magnifico con una serpentina da applausi.

Higuain 6,5 - E' a caccia del gol il 'Pipita', che però un'occasione ghiotta a tu per tu con Coppola, tentando un pallonetto improbabile. Tiene impegnata la difesa avversaria fino al momento del cambio, regalando un ottimo assist per El Kaddouri a inizio gara. Dal 71' Callejon 6,5 - Come in Europa League lo spagnolo va subito a segno, rendendo nullo l'errore dal dischetto di Hamsik. Manca il gol in campionato, ma in Coppa è letale come sempre.

El Kaddouri 7 - La sua evoluzione in maglia azzurra è stata costante. Grazie alle prestazioni in Europa League si è guadagnato sempre più spazio, e stasera, con un gol e un assist, ha dato conferma della propria crescita. 

All. Sarri 6,5 - Il tecnico toscano non intende rinunciare ad alcuna competizione. Ogni gara è una finale e stasera, dati i tanti 'titolarissimi' in campo, Sarri lo ha dimostrato ancora una volta. Costretto a rischiare Higuain dal primo minuto, in mancanza di Gabbiadini, soffre nel vederlo zoppicare, pensando forse che qualche alternativa in più in panchina non guasterebbe.

 

VERONA

Coppola 5,5 - Non può nulla sul primo gol del Napoli ma, insieme al resto della difesa, ha grandi responsabilità sul raddoppio di Mertens.

Bianchetti 4.5 - La coppia Mertens-Strinic lo manda spesso in confusione. Dal suo lato riesce a 'scappare' anche Higuain in occasione della prima rete.

Moras 5 - Prova a far pesare la propria esperienza nel corso del match, facendo sentire spesso il fisico. La serpentina di Mertens però pesa soprattutto sulle sue spalle. Dal 77' Winck 6 - Entra forse troppo tardi, provando subito a ravvivare l'attacco del Verona. Si ritrova però stretto tra le maglie della difesa azzurra.

Helander 5,5 - Subisce spesso il gioco in velocità degli azzurri. Sul primo gol perde di vista El Kaddouri, libero d'entrare in area e battere a rete.

Pisano 5,5 - Il Napoli attacca soprattutto dal lato opposto, lasciando spesso fuori dal gioco in fase difensiva. Manca del tutto però il suo contributo in fase di spinta.

Checchin 6.5 - E' forse il giocatore del Verona che tocca più palloni. Conferma quanto di buono detto su di lui. E' un giovane di grande prospettiva, e stasera, con una gara subito in salita, non si è mai arreso, dimostrando carattere, facendo anche correre un brivido lungo la schiena di Reina, colpendo la traversa. Dal 61' Zaccagni 5 - Si vede poco, se non in occasione di un tiro. Non riesce a dare l'apporto necessario per un finale arrembante.

Hallfredsson 6 - Conferma il suo animo da lottatore, ma con due reti in meno di 15' si ritrova ben presto a predicare nel deserto.

Jankovic 5,5 - Corre molto tra attacco e centrocampo, senza però riuscire a dare un grande apporto in nessuna delle due fasi. 

Siligardi 5,5 - Corre molto e dialoga spesso con Checchin. E' uno dei pochi a lottare fino al termine del match, ma senza particolari 'fiammate'. Dal 45' Greco 5 - Lo si vede poco in campo, se non per qualche fallo. 

Fares 6 - Ha voglia di far bene, mettendosi al servizio della squadra. Decisamente minore però il suo apporto in attacco rispetto alla buona fase di copertura, nonostante provochi il fallo da rigore (poi sbagliato da Hamsik). 

Wszolek 5 - Delneri lo schiera da prima punta, evitando di rischiare Toni, ma lui torna spesso nel suo ruolo di centrocampista, lasciando il Verona senza peso in attacco.

All. Delneri 5,5 - La principale preoccupazione del suo Verona non può che essere il campionato. Propone al 'San Paolo' una formazione rimaneggiata ma non per questo poco combattiva. Il Napoli schiera molti dei suoi 'big', trovando subito il vantaggio, ma il Verona ha il merito di restare mentalmente in partita, senza mai mollare la presa.
 

Arbitro: Irrati 6 - La gara è alquanto semplice e non offre casi particolari. Non ha dubbi sul rigore da concedere al Napoli in occasione del fallo su Mertens, ma soprattutto riesce a gestire gli animi senza dover ricorrere a cartellini.

 

TABELLINO 

NAPOLI-VERONA

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Chiriches, Koulibaly, Strinic; Allan (dal 66' Chalobah), Valdifiori, David Lopez (dal 49 Hamsik); El Kaddouri, Higuain (dal 71' Callejon), Mertens. A disp. Gabriel, Rafael, Hysaj, Henrique, Ghoulam, Luperto, Dezi, Jorginho, Insigne.

Verona (4-2-3-1): Coppola; Bianchetti, Moras (dal 77' Winck), Helander, Pisano; Checchin (dal 61' Zaccagni), Hallfredsson; Fares; Siligardi (dal 45' Greco), Jankovic; Wszolek. A disp. Gollini, Rafael, Helande, Pisano, Sala, Guglielmelli, Tupta.

Arbitro: Irrati di Pistoia

Marcatori: 5' El Kaddouri (N), 12' Mertens (N), 75' Callejon (N).

Ammoniti: 59' Rafael (V)

Espulsi




Commenta con Facebook