• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-BATE BORISOV

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-BATE BORISOV

Iturbe si spegne, Szczesny mette le mani sugli ottavi. Mozolevski non fa paura, Volodko prova a mettere le ali


Wojciech Szczesny ©Getty Images
Antonio Russo (Twitter @tonyrusso93)

09/12/2015 22:40

ECCO LE PAGELLE DI ROMA-BATE BORISOV

 

ROMA

Szczesny 7,5 – Non viene chiamato a grossi interventi nel primo tempo. Nella ripresa compie una parata stratosferica su Gordeychuk inchiodando il risultato sullo 0-0. Poco dopo si ripete con un ottimo intervento su Mladenovic.

Florenzi 5 – Nei primi frammenti di match resta un po’ più basso non riuscendo a dare un grande apporto offensivo. Nel secondo tempo crea lo scompiglio nell’area avversaria, ma soffre troppo i tagli delle punte bielorusse. Cala tantissimo nel finale dove si rende protagonista di marcature troppo libertine nelle retrovie.

Manolas 5,5 – Organizza il gioco dalle retrovie con lanci a scavalcare il centrocampo avversario. Si disimpegna bene in marcatura su Mozolevski, anche se arriva in leggero ritardo in chiusura su Mladenovic: un errore che sarebbe potuto costare caro.

Rudiger 5 – Da palla inattiva si rende più volte pericolosissimo. Nei primi minuti si perde Stasevich sulla fascia, che gli sfugge in velocità, ma per sua fortuna i compagni ci mettono una pezza. Anche stasera commette qualche sbavatura di troppo come quando gli sfugge Gordeychuk: Szczesny per sua fortuna ci mette una pezza.

Digne 5,5 – Spinge meno rispetto a Florenzi e non va quasi mai più in là della trequarti. Precipitoso e poco lucido a volte in fase di ripartenza.

Nainggolan 5,5 – Tanta legna a centrocampo per lui. Quando ne ha l’occasione lascia partire il destro per una bordata da fuori area. Purtroppo per lui e per la Roma, la sua mira è praticamente sempre imprecisa.

De Rossi 6 – Si posiziona davanti alla difesa e prova a dare una mano alla retroguardia giallorossa recuperando molti palloni. Fa un grande lavoro oscuro, ma raramente è impreziosito dai suoi compagni di reparto.

Pjanic 5 – Gioca un po’ più basso rispetto al solito e prova a dare ordine alla manovra capitolina. Ogni tanto però si isola troppo dal gioco e la Roma fatica a creare occasioni. Da lui ci aspetta sempre qualcosa in più, specie in circostanze così complicate.

Iturbe 4,5 – Si scambia spesso di fascia con Iago e prova, con le sue sgroppate, a mettere in crisi la difesa del BATE Borisov. Parte abbastanza bene, poi pian piano si spegne. Gara opaca per lui. Dal 59’ Salah 5,5 – Torna a calcare i campi da gioco dopo l’infortunio nel derby. La sua prestazione non è esaltante, non accompagna Florenzi in fase difensiva e in fase offensiva di certo non si fa notare per cose trascendentali.

Dzeko 5,5 – Lotta tra i centrali bielorussi per ritagliarsi un po’ di spazio. Ad inizio ripresa Pjanic lo mette davanti a Chernik, ma lui cestina tutto sparandogli addosso. Bravo nei movimenti, meno quando si tratta di essere cinici e metterla dentro.

Iago 5 – Prova a mettere in apprensione la difesa del BATE, ma senza mai riuscirci seriamente. Sbatte continuamente sul muro gialloblù senza mai riuscire a venirne a capo. Dall’83’ Uçan s.v.

All. Garcia 5 – La Roma parte bene e mette un po’ di apprensione a Chernik da palla inattiva, ma nel complesso non sembra travolgente come qualche mese fa. Azioni frutto della giocata del singolo e difesa troppo vulnerabile, anche da una squadra non trascendentale come il BATE. Pesano ancora tanto sulla psiche dei giocatori gli scarsi risultati ottenuti recentemente. I ragazzi di Garcia nonostante la qualificazione ottenuta escono dal campo tra i fischi dell’’Olimpico’.

 

BATE BORISOV

Chernik 6,5 – La Roma nella prima frazione di gioco lo costringe a qualche buona parata da palla inattiva. Nella ripresa si mette in luce per un grande intervento su Dzeko, e poco dopo su Florenzi.

Zhavnerchik 6 – Digne non spinge molto su quella fascia e lui non ha grandissimi compiti difensivi. Nonostante ciò, intimorito dall’avversario, resta anche lui molto basso.

Polyakov 6 – Tiene bene Dzeko e non commette grosse sbavature. Ad inizio secondo tempo è costretto a lasciare anzitempo il terreno di gioco per un problema fisico. Dal 56’ Dubra 6 – Si ritrova davanti un cliente complicato come Salah, ma non sfigura, offrendo una buona prova e non commettendo errori.  

Milunovic 6 – Coadiuvato da Polyakov tiene bene Dzeko sbrogliando diverse situazioni intricate.

Mladenovic 6,5 – Narcotizza da quel lato Iago e non gli fa toccare palla. Quando può si concede proficue licenze offensive.  

Yablonski 5,5 – Viene messo costantemente in crisi dal palleggio seppur sterile dei giallorossi.  

Nikolic 6,5 – Fa intravedere sprazzi di grande qualità in mezzo al campo, dove smista palla in maniera sempre precisa. Dall’80’ Karnitski s.v.

Stasevich 6 – Costantemente una spina nel fianco della difesa giallorossa. Si accende a sprazzi, ma quando lo fa, da quel lato per Digne sono veramente dolori.

Hleb 6 – Molto discontinuo, sonnecchia in alcuni tratti del match, in altri è assoluto protagonista con grandi giocate. Strappa comunque la sufficienza e qualche applauso all’’Olimpico’.

Gordeychuk 5,5 – Nei primissimi minuti sfrutta un’inaspettata timidezza di Florenzi per spingersi in avanti. Poi il romanista progredisce nella prestazione e lui cala non riuscendo più ad arginarlo.  Nella ripresa si divora una clamorosa palla gol facendosi ipnotizzare da Szczesny.

Mozolevski 5 – Non riesce a pungere più di tanto la difesa capitolina. Resta abbastanza abbandonato a se stesso lì davanti. Non tocca molti palloni ed è impalpabile. Dal 60’ Volodko 6,5 – Col suo ingresso, improvvisamente il BATE si ricorda di attaccare e mette letteralmente in crisi dal lato sinistro la difesa giallorossa.

All. Yermakovich 6 – Il BATE risponde colpo su colpo alla Roma e non soffre più di tanto i giallorossi. I bielorussi mostrano una buona solidità difensiva e, anche se timidamente, provano a creare qualche grattacapo a Szczesny e compagni. Nella ripresa il BATE sale decisamente di tono e meriterebbe in realtà la vittoria. Probabilmente sarebbe stato più giusto far giocare dall’inizio l’ottimo Volodko.

Arbitro Atkinson 6,5 – Gestisce bene la gara senza mai farsi prendere da manie di protagonismo. Il fischietto inglese fa giocare molto e non tira mai fuori il cartellino in una gara molto corretta. Non vi sono particolari episodi da segnalare.

 

TABELLINO

ROMA-BATE BORISOV 0-0

Roma (4-3-3): Szczesny; Florenzi, Manolas, Rudiger, Digne; Nainggolan, De Rossi, Pjanic; Iturbe(dal 59’ Salah), Dzeko, Iago(dall’83’ Uçan). A disp.: De Sanctis, Keita, Maicon, Vainqueur, Castan. All. Garcia.

BATE Borisov (4-2-3-1): Chernik; Zhavnerchik, Polyakov(dal 56’ Dubra), Milunovic, Mladenovic; Yablonski, Nikolic(dall’80’ Karnitski); Stasevich, Hleb, Gordeichuk; Mozolevski(dal 60’ Volodko). A disp.: Aleksievich, Olekhnovich, Jevtic, Soroko. All. Yermakovich.

Arbitro: Martin Atkinson (Inghilterra)

Marcatori:

Ammoniti:

Espulsi:




Commenta con Facebook