• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Panchina Italia, Sconcerti: "Del Piero per il 'dopo Conte'"

Panchina Italia, Sconcerti: "Del Piero per il 'dopo Conte'"

Il giornalista: "Qualunque convocato gli darebbe rispetto e disponibilità"


Alex Del Piero ©Getty Images

12/10/2015 09:30

CALCIOMERCATO ITALIA SCONCERTI SUL CORRIERE DELLA SERA VOTA DEL PIERO PER IL DOPO CONTE / MILANO - Il giornalista Mario Sconcerti ha commentato lo scenario di calciomercato del 'dopo Conte' in Nazionale in un articolo a sua firma pubblicato sull'edizione odierna del 'Corriere della Sera', di cui vi riportiamo alcuni estratti: "Parto da una convinzione, Conte lascerà la Nazionale (...) Da questa convinzione prendo slancio per una candidatura nuova. Penso che il dopo Conte potrebbe essere Del Piero. Del Piero conosce il calcio come pochi ed è ancora l'ex calciatore italiano più conosciuto all'estero. Qualunque convocato gli darebbe rispetto e disponibilità.(...) Il limite sta nell'esperienza da allenatore, ma non sarebbe il primo grande ex a cominciare dall'alto (...) Credo che la sua investitura porterebbe molta attenzione, nuovo interesse per la Nazionale. (...) Credo infine sia anche l'ora che i vecchi grandi calciatori facciano qualcosa per il movimento che li ha resi ricchi e famosi. Mi aspettavo questo da Vialli, da Baggio, da Baresi, da Rivera, da tanti altri che avrebbero forse avuto il dovere di restituire al calcio una parte del tanto ricevuto. (...) Ma se Del Piero ha questo coraggio e un po' di senso politico, e io credo li abbia, ha molti numeri per diventare la guida ideale di un'Italia diversa".

Nella giornata di ieri, il presidente della Federcalcio Carlo Tavecchio aveva parlato in questi termini della news di calciomercato Italia del momento: "Abbiamo un contratto e solo nel calcio si discute due anni prima della scadenza. Quando arriveremo vicino alla scadenza, vedremo. Abbiamo la speranza di tenere Conte e se vorrà restare, per noi è il suo posto migliore. Siamo servi di tutti, ma schiavi di nessuno. Tempi? Ho letto in questi giorni di freddezza e gelo: sono false notizie. Con Conte siamo diventati amici per la pelle perché abbiamo messo gli interessi personali dietro quelli della Federazione. Sicuramente non rinnoveremo un mese prima. Il calcio non va in una stagione di grandi compensi, se non si dà una regolata non si salva".

S.D.




Commenta con Facebook