• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, i nove acquisti di Mancini. Ora virata verso il 4-2-3-1

Calciomercato Inter, i nove acquisti di Mancini. Ora virata verso il 4-2-3-1

Il tecnico è stato accontentato dalla società, ora toccherà a lui amalgamare i giocatori


Roberto Mancini (Getty Images)
Andrea Della Sala (Twitter: @dellas8427)

02/09/2015 09:02

CALCIOMERCATO INTER MANCINI / MILANO - Il calciomercato è terminato e l'Inter è stata da molti incoronata come la regina del mercato. Mancini aveva chiesto una sorta di rivoluzione ed è stato accontentato in tutto dalla dirigenza nerazzurra. Il mercato Inter parla di cessioni importanti, anche a livello economico, come Hernanes e Kovacic, ma soprattutto di nove acquisti, di tanti nuovi giocatori per il progetto tattico di Mancini. Ora i nerazzurri dovranno raggiungere l'obiettivo Champions League, anche per garantirsi gli introiti che l'ingresso in Europa può garantire. Secondo 'La Gazzetta dello Sport' Mancini virerà ora verso un 4-2-3-1: difesa rivoluzionata con il solo Santon reduce dalla passata stagione, Felipe Melo (o Medel) e Kondogbia come muro davanti alla difesa, Jovetic e Perisic a ispirare Icardi, con Ljajic e Palacio pronti a giocarsi un ruolo importante. 

Ecco gli acquisti dell'Inter:

FELIPE MELO - Il centrocampista brasiliano è stato a lungo inserito da Mancini, soprattutto per le sue caratteristiche da leader. E' un giocatore che non molla mai, un combattente che ha voluto fortemente il ritorno in Italia. Ora dovrà dimostrare di non meritarsi l'etichetta assegnatagli nella prima esperienza in Italia, anche sotto il punto di vista dei cartellini. Ha grande temperamento e al Galatasaray eera chiamato l'uomo dei derby. 

LJAJIC - L'esterno d'attacco a Roma non è riuscito a imporsi e a dimostrate tutte le sue doti, troppi alti e bassi e uno scarso feeling con Garcia. Arriva all'Inter per cercare il riscatto e ritrova Jovetic, il suo compagno alla Fiorentina, con il quale ha vissuto il periodo migliore della sua carriera. 

JOVETIC - Arrivato dal City in prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni. E' una seconda punta, ma si adatta bene anche da prima e persino da esterno d'attacco. Il montenegrino è riuscito subito a calarsi nella parte, trascinando i nerazzurri in queste prime due uscite. Mancini ha in mente di schierarlo da trequartista, dietro la punta nel suo 4-2-3-1.

KONDOGBIA - Acquistato dal Monaco per circa 30 milioni, è il pezzo più caro di questa campagna interista. Ha grande dinamismo, un alto potenziale fisico, ma anche tecnico. In mezo al campo può ricoprire più ruoli, ma da centrale riesce a dare il meglio. Può essere un potenziale Touré e nel nuovo schieramento occuperebbe il posto davanti alla difesa. 

MIRANDA - Dall'Atletico Madrid per 13 milioni. Difensore centrale con grande fisicità, ma anche abile nel far ripartire il gioco. In molti lo paragonano a Lucio. E' un esempio per tutti e può diventare il leader del reparto difensivo. Si integra alla perfezione con Murillo.

MONTOYA - Arrivato dal Barcellona in prestito per un milione. E' il giocatore che più sta pagando l'ambientamento. Nasce terzino destro, ma è in grado di coprire tutta quella fascia e a volte è stato impiegato anche sulla corsia di sinistra. Per ora Mancini gli ha preferito Santon, ma anche lui avrà la sua chance. 

MURILLO - Prelevato dal Granada per 8 milioni è un difensore centrale abile sia nella difesa a 3 che in quella a 4. Fa dell'esplosività la sua dote principali ed è molto prestante a livello fisico. All'occorrenza può fare anche il terzino. 

PERISIC - La lunga trattativa alla fine è andata in porto e Perisic è arrivato all'Inter per circa 16 milioni. Ha grande fantasia, tecnica e visione di gioco  e può ricoprire tutti i ruoli nel reparto offensivo, dimostrando da sempre duttilità. Preferisce partire a sinistra,  ma anche da centrale ha dimostrato di saperci fare. Ha buon tiro e si sacrifica spesso in copertura. 

TELLES - Il terzino sinistro tanto voluto da Mancini alla fine è arrivato dal Galatasaray per 1,5 milioni. Telles ha grande vocazione offensiva e un ottimo piede mancino. Finora Mancini ha schierato Juan Jesus su quella corsia, ora toccherà al brasiliano conquistarsi il posto. Può fare tutti i ruoli sulla fascia, ma anche il difensore centrale. 

 

 

 




Commenta con Facebook