• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Supercoppa Italiana, Juventus-Lazio: precedenti e probabili formazioni

Supercoppa Italiana, Juventus-Lazio: precedenti e probabili formazioni

Sabato sarà assegnato il primo trofeo della stagione 2015/2016


La Supercoppa 2013 (Getty Images)
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

06/08/2015 13:40

SUPERCOPPA ITALIANA JUVENTUS LAZIO / ROMA – Si parte: la stagione 2015/2016 accende i motori ed è pronta a scattare. Il primo trofeo dell'anno sarà assegnato a Shanghai dove Juventus e Lazio si contenderanno la Supercoppa italiana. Si tratta di un remake della finale di due stagioni fa, quando all''Olimpico' i bianconeri, allora allenati da Conte, inflissero una pesante lezione ai biancocelesti di Petkovic con uno 0-4 senza troppa storia. Stesso epilogo finale, con la vittoria del club piemontese, ma andamento decisamente diverso per l'ultimo confronto tra le due compagini: nella finale di Coppa Italia dello scorso anno, la Juventus si impose soltanto ai tempi supplementari  (2-1) dopo che la Lazio sfiorò il gol del successo con il doppio palo di Djordjevic. A due giorni dalla Supercoppa italiana, vediamo la storia della competizione, i precedenti e le probabili formazioni di Juventus-Lazio.

Supercoppa italiana: la Juventus cerca il settebello, la Lazio il poker

Le news Serie A relative alla Supercoppa italiana partono a giugno 1989 quando si disputa la prima edizione del trofeo tra Milan e Sampdoria: ad avere la meglio sono i rossoneri (3-1 con le reti di Rijkaard, Mannari e van Basten che rispondono al vantaggio blucerchiato firmato da Vialli) che sono la squadra con più titoli vinti insieme alla Juventus (sei). L'inizio dell'avventura in Supercoppa per i bianconeri non fu certo da ricordare: la prima presenza risale al 1990, quando la formazione guidata da Maifredi subì un sonoro 5-1 dal Napoli di Diego Armando Maradona. Per il primo trionfo della Juventus bisogna attendere il 1995: un gol di Vialli permise ai campioni d'Italia di avere la meglio del Parma. Da allora i bianconeri hanno collezionato altre cinque vittorie, l'ultima delle quali proprio contro la Lazio nel 2013.

Per la formazione di Pioli, invece, è la sesta partecipazione alla Supercoppa italiana: tre i successi ottenuti, il primo dei quali proprio contro la Juventus nel 1998 (1-0, gol di Sergio Conceiçao). Le altre vittorie risalgono al 2000 e al 2008, entrambe contro l'Inter. L'ultima edizione del trofeo è stata vinta dal Napoli che ha battuto la Juventus ai calci di rigore.

Supercoppa italiana, Juventus-Lazio: le probabili formazioni

Juventus-Lazio è soprattutto la partita delle assenze: ben cinque in totale sono i calciatori sicuri di saltare l'appuntamento con il primo trofeo dell'anno. Un'assenza per reparto per Allegri che deve fare i conti con gli infortuni di Chiellini in difesa, Khedira a centrocampo e Morata in attacco. Proprio per questo Marotta continua a lavorare sul calciomercato con gli obiettivi Draxler e Goetze per la trequarti della Juventus. Sulla via del recupero Barzagli che se dovesse farcela si accomoderà sul fianco destro del trio difensivo, composto anche da Bonucci e uno tra Caceres (favorito) e Rugani; in caso di forfait, invece, spazio alla linea a quattro con Bonucci e Rugani difensori centrali. Nessun dubbio sugli esterni dove agiranno Lichtsteiner e Evra, mentre a centrocampo il nuovo numero 10 Paul Pogba, sarà affiancato da Marchisio e Sturaro, in ballottaggio con Pereyra: nel caso di 3-5-2 favorito l'italiano, nel 4-3-1-2, invece, all'argentino toccherà il ruolo di trequartista. In attacco punto fermo Mandzukic, con Dybala chiamato a sostituire Morata.

Meno dubbi per Pioli che da tempo sa di dover fare i conti con le squalifiche di Parolo e Lulic: la Lazio si schiererà allora con il 4-3-3, con la linea composta da Basta, De Vrij, Gentiletti e Radu davanti a Marchetti. A centrocampo, il neo-capitano Biglia sarà schierato al centro del trio, insieme a Onazi e Cataldi. Infine, in attacco Klose sarà il perno centrale del tridente formato anche da Candreva e Felipe Anderson, con Djordjevic che si accomoderà in panchina, probabilmente insieme all'ultimo arrivato Milinkovic-Savic




Commenta con Facebook