• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Britos saluta e si presenta: "In azzurro anni speciali, del Watford mi hanno parlato bene"

Napoli, Britos saluta e si presenta: "In azzurro anni speciali, del Watford mi hanno parlato bene"

Le parole dell'ex difensore azzurro appena trasferitosi in Inghilterra


Miguel Angel Britos (Getty Images)

22/07/2015 18:38

NAPOLI WATFORD PARLA BRITOS / NAPOLI - Miguel Angel Britos, fresco di firma sul contratto con il Watford, ha rilasciato le sue prime dichiarazioni al sito ufficiale del club inglese, e successivamente a parlato anche a 'Radio Crc' per salutare i tifosi del Napoli: “Conoscevo bene il Watford perché la famiglia Pozzo è ben nota in Italia, e anche Valon Behrami, il mio ex compagno di squadra a Napoli, mi ha parlato del club. Ho anche parlato con Pepe Reina, che ha detto che quando ha giocato per il Liverpool contro il Watford nel 2007 era molto difficile giocarci contro, soprattutto in casa, e lui ha detto cose positive di questo club e il calcio inglese. Sono stato in Italia per sette anni e l’esperienza è stata fantastica. Non solo per me come un calciatore, ma anche come una persona. Ho però sempre amato guardare la Premier League quindi non appena è arrivata la possibilità di giocare per il  Watford non ho avuto bisogno di pensarci su due volte, sono voluto venire subito. La mia ambizione  è quella di aiutare Watford per rimanere in Premier League, ed è ormai una questione di concentrando molto su vincere ogni partita”.

IL SALUTO AI TIFOSI AZZURRI - Queste le parole di Britos a 'CRC' per salutare Napoli: "Ho vissuto quattro anni importanti a Napoli, da calciatore e da uomo. Napoli è una città unica, dove si vive il calcio in modo diverso rispetto all’Inghilterra. A Napoli i tifosi sono passionali e certamente mi mancheranno molto. Dopo quattro anni volevo provare un’altra esperienza, la Premier mi ha sempre affascinato, poi c’è stata la possibilità di andare al Watford ed ho accettato subito. Mi dispiace perché a Napoli lascio tanti amici, una bella squadra. Ho fatto un grande in bocca al lupo a Sarri, ma non gli ho parlato molto. Il momento più esaltante dell’esperienza napoletana? La vittoria della Supercoppa con la Juventus. Ma non solo, anche la prima partita in casa in Champions League contro il Borussia Dortmund in cui ho giocato titolare la ricorderò sempre. 

 

 




Commenta con Facebook