• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Juventus, Goetze: un top player per la maglia numero dieci

TATTICA DEL MERCATO - Juventus, Goetze: un top player per la maglia numero dieci

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul trequartista del Bayern Monaco


Mario Götze ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

18/07/2015 09:35

TATTICA DEL MERCATO JUVENTUS BAYERN MONACO GOETZE ALLEGRI MAROTTA / ROMA - Il calciomercato Juventus ha subìto una brusca impennata. Dopo i tanti arrivi del mese di giugno in casa bianconera era stata data priorità alle cessioni ma l'addio di Arturo Vidal, destinato al Bayern Monaco, ha cambiato le carte in tavola. Giuseppe Marotta e Fabio Paratici sono pronti a rituffarsi sul calciomercato per regalare a Massiliano Allegri un top player che possa anche vestire la maglia numero 10. Mario Goetze del Bayern Monaco è l'obiettivo principale della Juventus dopo la partenza di Arturo Vidal. Conosciamolo meglio attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI MARIO GOETZE, OBIETTIVO DELLA JUVENTUS PER IL CENTROCAMPO

Mario Goetze nasce a Memmingen, in Germania, il 3 giugno 1992. Da bambino veste le casacche del Ronsberg e dell'Eintracht Hombruch. A 9 anni entra nel settore giovanile del Borussia Dortmund. Il debutto in prima squadra arriva nella stagione 2009/2010 sotto la gestione di Jurgen Klopp, che sarà fondamentale per il ragazzo. Nel 2010/2011, infatti, Goetze diventa una pedina fondamentale del Dortmund che torna a vincere il campionato (che sarà poi replicato nella stagione successiva insieme alla coppa di Germania). Il giovane tedesco diventa la stella della squadra, contribuendo in maniera determinante all'approdo nella finalissima di Champions League, persa nel 2013 col Bayern e saltata per infortunio. Goetze si trasferisce proprio al club bavarese con cui vince altri due campionati, una coppa di Germania, il Mondiale per club e la Supercoppa Europea. Il feeling con Pep Guardiola, però, non è mai scattato.

Goetze ha esordito con la Nazionale tedesca nel 2010 sotto la gestione di Joachim Loew. Ha preso parte all'Europeo del 2012 e soprattutto al Mondiale 2014 nel quale, partendo dalla panchina, ha deciso la finalissima con l'Argentina regalando il quarto titolo iridato alla 'Mannschaft'. Può contare 45 presenze e 14 reti.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI MARIO GOETZE

Alto 1,76 per 64 kg, fisico brevilineo ed asciutto, destro naturale. Goetze è uno dei trequartisti più importanti dell'intero panorama calcistico europeo e mondiale. Dotato di un'intelligenza tattica notevole, può giocare come fantasista in un 4-3-1-2 oppure nella linea delle mezze punte in un 4-2-3-1. All'occorrenza può anche giostrare da attaccante esterno o da seconda punta. Oltre alla duttilità ha anche una visione di gioco importante e una tecnica individuale sopraffina. Formidabile nel dribblig secco e nel servire assist ai compagni, arriva spesso al gol grazie alle capacità balistiche ma anche di inserimento senza palla. E' un giocatore moderno, capace di svariare per tutto il fronte offensivo abbinando qualità sudamericane ad un'intelligenza tipicamente europea. Nonostante sia un classe '92 ha già tantissima esperienza internazionale.


MARIO GOETZE E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA JUVENTUS?

Sarà difficile per la Juventus sostituire Arturo Vidal, considerando anche le partenze 'dolorose' di Andrea Pirlo e Carlos Tevez. Mario Goetze, però, ha tutto per entrare nel cuore dei tifosi bianconeri e soprattutto nelle grazie di Massimiliano Allegri che avrebbe una variabile di estrema qualità per la trequarti. La grande esperienza e la caratura internazionale fanno da contraltare a qualche perplessità tattica: con Goetze trequartista serve un centrocampo estremamente muscolare che faccia da schermo. Pogba, dunque, andrebbe 'imbrigliato'. Tutto lavoro per Allegri che, certamente, sarebbe contento di avere tali preoccupazioni e, magari, un nuovo numero 10 da gestire.




Commenta con Facebook