• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > esclusivo > Milan, ESCLUSIVO - Luiz Adriano attende il permesso: "Non sto nella pelle"

Milan, ESCLUSIVO - Luiz Adriano attende il permesso: "Non sto nella pelle"

In esclusiva per l'Italia, abbiamo raccolto alcune dichiarazioni del brasiliano


1 di 2
Foto: SMG
Foto: SMG
ESCLUSIVO
Daniele Trecca (@danieletrecca)

10/07/2015 00:17

MILAN ESCLUSIVO LUIZ ADRIANO / PORTO ALEGRE (Brasile) - Ad una settimana esatta dalla firma con il MilanLuiz Adriano sta ancora scalpitando in Brasile, in attesa del permesso di lavoro che gli consentirà di raggiungere i suoi nuovi compagni in Cina. L'attaccante brasiliano sta seguendo scrupolosamente il programma personalizzato a lui assegnato dai preparatori atletici rossoneri. La redazione di Calciomercato.it ha ricevuto, in esclusiva per l'Italia, alcune dichiarazioni del bomber 28enne.

"Non vedo l'ora di arrivare a Milano e di allenarmi insieme ai miei compagni. Sono molto felice di vestire la maglia del Milan, club dalla grande storia e tradizione. Sto realizzando un sogno. Sto aspettando il permesso di lavoro e il visto per entrare in Cina per partecipare alla tournée precampionato. Sto seguendo il programma con gli esercizi fisici inviatomi dal preparatore. Arriverò preparato e pronto per cominciare al meglio il lavoro".

"Quando penso al Milan - prosegue Luiz Adriano - mi vengono in mente i grandi calciatori brasiliani che hanno giocato lì: Kakà, Ronaldo, Ronaldinho Pato, con il quale ho giocato all'Internacional, è un amico. E poi ci sono giocatori che hanno fatto la storia, come Maldini Seedorf".

Attraverso le prestazioni con la maglia rossonera, Luiz Adriano spera di riconquistare la Seleçao. "Spero di tornare ad avere le mie opportunità con la nazionale brasiliana e per riuscirci devo fare un buon lavoro con il club. La convocazione è sempre una conseguenza del mio lavoro, un premio. Farò di tutto affinché ciò avvenga".

 




Commenta con Facebook