• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, il sì di Dzeko dà uno scossone al monte ingaggi. Chi parte?

Calciomercato Roma, il sì di Dzeko dà uno scossone al monte ingaggi. Chi parte?

L'attaccante avrebbe trovato l'accordo coi giallorossi sul contratto


Edin Dzeko (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

30/06/2015 09:58

CALCIOMERCATO ROMA INGAGGIO PESANTE DZEKO E CESSIONI / ROMA - Edin Dzeko-Roma: accelerata. L'attaccante bosniaco del Manchester City avrebbe accettato la proposta del club giallorosso di spalmare il suo attuale ingaggio (100mila sterline a settimana, quasi 6 milioni di euro l'anno) su un contratto lungo a cifre comprese tra i 4 e i 5 milioni.

Come anticipato in esclusiva da Calciomercato.it, trapela fiducia con giusta cautela per l'arrivo a Roma di Dzeko.

L'eventuale acquisto del bomber bosniaco comporterebbe uno scossone al monte ingaggi della Roma, a inizio stagione 2014/2015 pari a 98 milioni lordi (il più pagato è Daniele De Rossi con 6,5 milioni netti a stagione, poi c'è Miralem Pjanic con 3,2 milioni annui).

Per questo motivo, la Roma conta di liberarsi di alcuni ingaggi 'pesanti' in rosa quest'estate, a partire da Gervinho e Cole. Tutto da decifrare il destino di Maicon, che intende restare nella Capitale: il suo futuro dipenderà da eventuali acquisti sulla corsia destra di difesa. Destro (2,2 milioni netti all'anno) è in uscita, destinazione Monaco. Anche Ljajic (1,9) e Cholevas (1,5) sono sulla lista dei partenti, mentre Astori (1,6) e Balzaretti (1,8) hanno già salutato la Capitale.

La Roma dovrà fare attenzione al bilancio anche per motivi di fairplay finanziario: alla società giallorossa la Uefa ha imposto un pareggio di bilancio entro la stagione 2017/18 con un deficit permesso di soli 30 milioni per le stagioni 2016 e 2017.

 




Commenta con Facebook