• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Calciomercato Juventus, Giovinco: "Ho sentito Pirlo, spero di giocare contro di lui"

Calciomercato Juventus, Giovinco: "Ho sentito Pirlo, spero di giocare contro di lui"

L'ex attaccante su Allegri: "Si è trovato in mano una Ferrari dopo quello che ha fatto Conte"


Sebastian Giovinco (Getty Images)
Marco Di Federico

25/06/2015 09:03

MLS CALCIOMERCATO JUVENTUS PIRLO GIOVINCO / TORONTO (Canada) - La MLS è diventata la terra promessa di tanti calciatori a fine carriera. Ci sta pensando anche Andrea Pirlo, al centro del calciomercato Juventus in uscita, che ha ancora un anno di contratto ma non ha preso una decisione sul suo futuro. Sul calciomercato lo vuole il New York City FC, club dove giocano tra gli altri Frank Lampard e David Villa. Fa parte della Eastern Conference, la stessa dove gioca il Toronto FC di Sebastian Giovinco. Uno che la scelta di varcare l'Oceano l'ha presa presto, a soli 28 anni, perché era quasi impossibile rifiutare i 7 milioni di euro all'anno messi sul piatto dal club canadese. Chissà se il prossimo 12 luglio Pirlo e Giovinco si troveranno di fronte in campo.

PIRLO E MLS - "L'ho sentito per messaggio, ma non da New York. Qualche tempo fa mi ha chiesto come mi trovavo, gli ho detto che è una bella esperienza, qualcosa da provare. Non penso di essere stato io a convincerlo. Spero di vederlo giocare contro di noi. - le parole della 'Formica Atomica alla 'Gazzetta dello Sport' - Qui il campionato non è paragonabile a quello europeo, c'è meno qualità e meno disciplina tattica, ma a livello organizzativo Toronto è al passo con le grandi d'Italia. Io non ho rimpianti, si trattava di un'offerta impossibile da rifiutare. Con le regole del salary cup per venire devi trovarti al posto giusto al momento giusto: per me era arrivato il momento di cambiare".

ALLEGRI - "Con lui avevo una buona relazione, ma il fatto di andare in scadenza avrebbe messo in difficoltà la società ed allora ho preso questa decisione per andarle incontro. Il mister si è trovato in mano una Ferrari dopo quello che ha fatto Conte, ma è stato bravo a lasciare a tutti la giusta libertà: ha avuto intuito".

NAZIONALE - "I risultati possono incidere ed allora devo continuare a fare ciò che sto facendo. Di perdere la maglia azzurra lo avevo messo in preventivo: al di à della lontananza, se fai davvero bene prima o poi si accorgono di te".




Commenta con Facebook