• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Champions league > Finale Champions, Juventus-Barcellona: precedenti e curiosità

Finale Champions, Juventus-Barcellona: precedenti e curiosità

Viaggio nelle sfide passate tra bianconeri e blaugrana: italiani in leggero vantaggio


L
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

04/06/2015 12:47

FINALE CHAMPIONS JUVENTUS BARCELLONA PRECEDENTI / ROMA – L'obiettivo è comune, alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie e completare la stagione perfetta conquistando il triplete: soltanto una però tra Juventus e Barcellona potrà tagliare il traguardo al termine della finale di Berlino. Bianconeri e blaugrana arrivano all’appuntamento con l'atto conclusivo della Champions League con stati d'animo simili: la formazione di Allegri ha vinto il quarto scudetto consecutivo e conquistato la decima coppa Italia, anche se ci sono problemi di formazione con l'infortunio di Chiellini; quella di Luis Enrique è riuscita ad avere la meglio del Real Madrid nella Liga e ha battuto l'Athletic Bilbao in coppa del Re. Ora però le due squadre sono attese dall'appuntamento più importante, quello che potrebbe trasformare un'annata ottima in una stagione storica e che riempie le news Juventus delle ultime settimane: in vista della finale Champions in programma a Berlino sabato 6 giugno, vediamo precedenti e curiosità di Juventus-Barcellona.

Juventus-Barcellona, i precedenti sorridono ai bianconeri

Non sono molte le sfide passate tra bianconeri e blaugrana: in totale sono 8 i precedenti con la Juventus in vantaggio con quattro partite vinte, due perse e altrettante pareggiate. Un bilancio positivo a livello generale per la formazione italiana, ma che diventa di perfetta parità se si considera esclusivamente il passaggio del turno: due volte il Barcellona ha avuto la meglio nel doppio confronto e due volte i bianconeri hanno restituito il favore. Il primo precedente risale alla stagione 1970/1971, sedicesimi di finale della Coppa delle Fiere: andata in Spagna vinta dalla Juventus per 2-1 con le reti di Haller e Bettega per la Vecchia Signora e gol dalla bandiera blaugrana firmato da Marcial; stesso risultato nella gara di ritorno con Bettega e Capello che in 22 minuti archiviano la pratica e l'inutile gol nel finale di Pujol.

Per trovare un altro incrocio occorre aspettare 15 anni: coppa Campioni 1985/86, quarti di finale. Questa volta è il Barcellona ad esultare vincendo 1-0 in casa (rete di Julio Alberto) e impattando 1-1 a Torino (Platini risponde a Archibald). Ancora trionfo spagnolo nella coppa delle Coppe  edizione 1990/91: Juventus e Barcellona si sfidano in semifinale e i catalani ipotecano il passaggio del turno già all’andata vincendo per 3-1 con tre gol nei primi 25' minuti della ripresa dopo il vantaggio juventino con Casiraghi; al ritorno la formazione guidata allora da Maifredi prova la rimonta e spera con una punizione gioiello di Baggio, ma gli assalti finali si rivelano infruttuosi.

Juve-Barça e la maledizione della finale da rompere

L'ultimo precedente tra Juventus e Barcellona prima della finale di Berlino risale alla stagione 2002/2003, quarti di finale di Champions League: a Torino finisce 1-1 con Saviola che risponde a Montero. Al ritorno al 'Camp Nou' impresa bianconera: Xavi risponde a Nedved mandando le squadre ai supplementari e Zalayeta segna il gol qualificazione al 114' con la Juventus in dieci per l'espulsione di Davids. Una curiosità: nelle quattro stagioni in cui Juve e Barça si sono affrontate, chi ha vinto il confronto è arrivato poi in finale della competizione, venendo però sempre battuta in finale. Sabato 6 giugno a Berlino l'incantesimo dovrà per forza di cose rompersi: chi tra bianconeri e blaugrana avrà la meglio, potrà alzare al cielo la Champions League e chiudere un'annata da consegnare alla storia. Per l'altra ci sarà da leccarsi le ferite, provare ad accontentarsi dei trofei già vinti e magari approfittare del calciomercato per aggiungere ulteriore qualità alla squadra per riprovarci il prossimo anno. Questo però è un discorso che nessuna delle due squadre vuole affrontare adesso: c'è una partita da giocare, l'ottava finale per la Juventus, e Berlino che è pronta a proclamare la regina d'Europa. Juventus e Barcellona, tocca a voi. 




Commenta con Facebook