• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, ossessione Champions: dall'Udinese a Napoli, maledizione dell'era Lotito

Lazio, ossessione Champions: dall'Udinese a Napoli, maledizione dell'era Lotito

Al 'San Paolo' i biancocelesti cercheranno di esorcizzare gli spettri degli ultimi anni


Napoli-Lazio (Getty Images)

27/05/2015 18:45

LAZIO OSSESSIONE CHAMPIONS UDINESE NAPOLI MALEDIZIONE / ROMA - Nell'era Lotito la Champions League è stata un'autentica ossessione maledetta per la Lazio. Da quando l'imprenditore romano è Presidente, infatti, i biancocelesti hanno ottenuto soltanto una volta la qualificazione alla Coppa dalle grandi orecchie, per giunta 'grazie' ai postumi di Calciopoli: nel 2006-07 la Lazio aveva tre punti di penalizzazione e arrivò terza a +1 sul Milan e a +4 sulla Fiorentina, ma i viola avevano una penalità di addirittura quindici punti: sul campo, dunque, ci sarebbero dovuti andare i gigliati.

Da allora, però, il destino si è rifatto con gli interessi sulla pelle dei laziali: nel 2010-11 fecero 66 punti come l'Udinese, ma i bianconeri arrivarono quarti grazie alla differenza reti (significativo uno 0-7 in casa del Palermo); l'anno dopo la Lazio arrivò quarta, ma l'Italia aveva appena perso il quarto posto in Champions e, ancora una volta, fu l'Udinese ad arrivare un passo avanti i capitolini. Quest'anno la Lazio si è trovata, a 180' dal termine del campionato, con la possibilità di ottenere matematicamente un posto almeno ai playoff facendo appena un punto, ma dopo aver perso il derby ora i biancocelesti dovranno fare visita al Napoli, che è a -3 ma vincendo scavalcherebbe la Lazio in virtù degli scontri diretti. La paura di una beffa ancor più amara dell''ossessione Udinese', in casa biancazzurra, è più forte che mai. E al 'San Paolo' potrebbe andare in scena l'ultimo atto di una maledizione durata nove anni. In un senso o nell'altro.

M.T.




Commenta con Facebook