• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Sassuolo-Milan, Squinzi: "Nessuno scrupolo. Berlusconi, attento agli investitori esotici"

Sassuolo-Milan, Squinzi: "Nessuno scrupolo. Berlusconi, attento agli investitori esotici"

Il patron del club neroverde ha parlato a poche ore dal match


Silvio Berlusconi ©Getty Images

17/05/2015 10:06

SASSUOLO-MILAN DICHIARAZIONI SQUINZI / MILANO - L'edizione odierna de 'La Gazzetta Sportiva' riporta alcune dichiarazioni del patron del Sassuolo Giorgio Squinzi, noto tifoso del Milan, a poche ore dalla partita contro la formazione rossonera. Il numero uno neroverde commenta le ultime news Milan a partire dalla cessione del club, con un pensiero anche al calciomercato.

SASSUOLO-MILAN - "Tutti sanno che sono milanista ma la raccomandazione che oggi faccio a Di Francesco e alla squadra è quella di non farsi il minimo scrupolo contro i rossoneri. Mi aspetto un gran finale dalla mia squadra, dopo le ultime battute a vuoto. L’attuale posizionamento in classifica non ci rende giustizia. Prendere il Milan? Mesi fa mi ero anche illuso di poter addirittura puntare all’Europa".

CESSIONE MILAN - "In questo momento mi preoccupo del Sassuolo e non del Milan, anche perché di questi tempi è difficile essere tifosi rossoneri. Che serva cambiare qualcosa in casa Milan è fuori discussione, basta vedere gli ultimi risultati e la classifica. Se questi cambi vuole farli Berlusconi da solo o con qualche alleato non l’ho capito e dunque non lo so. Non dimentico che dal 1986 Berlusconi ci ha fatto sognare come nessun altro. Allo stesso tempo penso agli investitori esotici, anche a quelli dell’Inter, e qualche dubbio mi viene. Silvio è già bravo a sbagliare da solo, non ha bisogno dei miei consigli".

DI FRANCESCO E INZAGHI - "Di Francesco ha un contratto di un altro anno e noi non abbiamo contattato altri allenatori. Se poi sarà lui a non voler tenere fede all’accordo vedremo… Inzaghi? È uno di quelli che non abbiamo mai contattato, nonostante quello che si dice. Ne parlai in passato con Berlusconi, ma ora posso dirlo: non fui io a chiamarlo, ma lui che chiamò me. Allora mi disse che Pippo sarebbe servito a loro...".

S.D.




Commenta con Facebook