• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Juventus, Pereyra: il jolly silenzioso

I CRAQUE DEL MOMENTO - Juventus, Pereyra: il jolly silenzioso

Allegri lo può utilizzare in ogni parte del centrocampo e lui risponde sempre presente, anche in zona gol


Roberto Pereyra ©Getty Images
Jonathan Terreni

09/04/2015 12:45

I CRAQUE DEL MOMENTO JUVENTUS PEREYRA / TORINO - E' stata proprio la sua duttilità ad incantare la Juventus che la scorsa estate lo ha portato a Torino, consapevole di essersi assicurata un tuttocampista moderno, capace di dare un contributo di qualità in ogni zona del centrocampo. E così Allegri gli ha dato fiducia, sulla trequarti o da mezz'ala, esterno all'occorrenza. Roberto Pereyra è quel jolly silenzioso che tutti gli allenatori vorrebbero avere, con quelle caratteristiche che si sposano bene nel calcio dinamico di oggi. Un dodicesimo uomo che riesce a ritagliarsi un posto tra i titolari anche con la rosa al completo. Se poi ci mettiamo la sua solidità in zona gol tutto diventa più bello. Prima la rete contro l'Empoli nell'ultima di campionato poi il 2-0 contro la Fiorentina che ha contributo all'accesso in finale di Coppa Italia. Se in Argentina giocava nel River Plate un motivo c'era. Se l'Udinese, straordinaria osservatrice di talenti, lo ha portato in Italia, un motivo c'era. Se alla Juventus si sta affermando, un motivo c'è. Tre indizi fanno una prova.

Roberto Maxilimiano Pereyra nasce a San Miguel de Tucuman, in Argentina, il 7 gennaio 1991. Cresce nelle giovanili del River Plate debuttando in prima squadra il 16 maggio 2009, a poco più di 18 anni,. Colleziona 43 presenza con i 'Millionarios' e nel 2011 l'Udinese lo porta in Italia. La sua crescita nei tre anni passati a Udine (84 presenze) lo consacra come uno dei migliori centrocampista del nostro campionato, ambitissimo nel calciomercato della passata stagione. A spuntarla è la Juventus che il 25 luglio 2014 lo acquista in prestito oneroso per 1,5 milioni di euro con diritto di riscatto fissato a 14 milioni. Con la Nazionale argentina ha partecipato ai Mondiali Under 20 nel 2011. Fa il suo esordio l'11 ottobre 2014 con la 'Seleccion' con cui conta 6 presenze.

 




Commenta con Facebook