• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI BORUSSIA DORTMUND-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI BORUSSIA DORTMUND-JUVENTUS

Tevez imprescindibile. Morata lucente e difesa di ferro. Pogba sfortunato. Reus delusione totale.


Festa Juve (Getty Images)
Davide Ritacco

18/03/2015 22:37

ECCO LE PAGELLE DI BORUSSIA DORTMUND-JUVENTUS:

 

BORUSSIA DORTMUND

Weidenfeller 5,5 – Parte in ritardo in occasione del gol anche perché è coperto. Da uno con la sua esperienza però non ci si aspetta un errore del genere. Si riscatta parzialmente ad inizio ripresa nel chiudere due volte su Morata.

Papastathopoulos 4,5 – Timido, impreciso e distratto. L’ex Milan soffre terribilmente la pressione della partita. Sbaglia quasi tutti i controlli e anche quando passa a sinistra la musica non cambia.  

Subotic 5,5 – E’ lui a non chiudere prontamente su Tevez in occasione del gol, impallando anche Weidnfeller. Fa fatica anche a controllare Morata. P

Hummels 6 – Tanta sofferenza ma anche tanta classe. Raggiunge la sufficienza perché sul piano personale non sfigura negli uno contro uno ma anzi ci mette molto del suo.  

Schmelzer 5,5 – Inizia col piglio giusto proponendosi e spingendo bene sulla sinistra ma è solo un fuoco di paglia. Perde presto compattezza e spavalderia sbagliando molto. Dal 46’ Kirch 5,5 – Il suo ingresso in campo non cambia gli equilibri sulle corsie esterne.  

Bender 5 – Poca regia e poca lucidità con il pallone fra i piedi. Anzi fatica molto e deve spesso inseguire gli avanti della Juventus. Dal 63’ Ramos 5,5 – L’unico vero tiro in porta del Borussia è un suo colpo di testa, innocuo.

Gundogan 5,5 – Con l’assenza di Sahin al Dortmund serve qualità ma lui non è nella sua migliore serata. La Juventus copre bene ogni spazio e lui non riesce a trovare le linee di passaggio giuste ma nemmeno i suoi inserimenti.

Reus 4,5 – Il talento su cui tutto il BVB si aggrappava, gioca sottotono. Schierato come trequartista, sparisce spesso dalla gara senza mai cambiare ritmo. Klopp lo sposta a sinistra ma non brilla.

Kampl 5 – Prova nei primi venti minuti a mettersi in evidenza ma è molto involuto nella ripresa.

Mkhitaryan 5 – Non è al meglio della condizione ma Klopp ha voluto puntare sulla sua classe ugualmente e l’armeno delude molto. Dal 63’ Blaszczykowski 6 – Entra per dare maggiore spinta all’attacco ma non riesce nel suo intendo.

Aubameyang 5 – Mai pericoloso, annullato dal duo Bonucci e Chiellini che poi con l’ingresso di Barzagli diventa un muro invalicabile.

All. Klopp 5 – Una squadra irriconoscibile. Sempre sottoritmo e con scarsa verve. Si fa imbrigliare tatticamente da Allegri e torna a casa in una stagione che ormai sembra da buttare.

 

JUVENTUS

Buffon 6,5 – Inoperoso per quasi tutto il primo tempo. Nella ripresa si aspetterebbe l’assalto dei gialli ma in realtà non corre pericoli. Attento su un paio di tentativi tedeschi da palla inattiva.

Lichtsteiner 6,5 – Grande attenzione e ottima spinta offensiva quando la difesa passa a tre e lui ha più spazio per proporsi in avanti.

Bonucci 6,5 – Una prestazione da incorniciare per il difensore bianconero. Solo una piccola sbavatura nel concedere a Ramos un colpo di testa innocuo. Sicurezza.

Chiellini 7,5 – Quando c’è da lottare e scendere nell’arena lui è il primo a farsi avanti. Annulla Aubameyang e lotta su ogni pallone. Gladiatore.

Evra 7 – Molto bene specialmente nella ripresa, quando grazie alla sua esperienza internazionale sa gestirsi e gestire ogni momento della partita.  

Vidal 6,5 – Molto, troppo aggressivo nel primo tempo ma è una pedina fondamentale per la Juventus di Allegri che gli chiede di sacrificarsi e lui risponde presente.

Marchisio 7,5 – Bravissimo nel francobbollarsi su Reus e stringere lo spazio fra le linee fra difesa e centrocampo. Gestisce con lucidità ogni pallone e sostituisce alla grande Pirlo, come dimostra l'assist al bacio per Tevez dal quale nasce il raddoppio bianconero.

Pogba 6,5 – Prezioso come sempre in mezzo al campo per gestire ogni situazione, anche le più difficili, con la sua classe. Deve abbandonare il campo al 27’ per un sospetto stiramento. Dal 27’ Barzagli 6,5 – Con il suo ingresso in campo Allegri è costretto a passare alla difesa a tre. Nonostante le sue non perfette condizioni fisiche riesce a far emergere la sua classe e il suo carisma eccezionale.   

Pereyra 6,5 – E’ stato il meno propositivo degli avanti di Allegri, ma dal punto di vista tattico è ineccepibile. Ha lavorato prettamente sulla fase difensiva rischiando poco nella sua prima gara decisiva.

Tevez 9 – Il migliore. La sua sassata spacca la partita e proietta la Juventus ai quarti. E’ il fuoriclasse che ti fa fare il salto di qualità. Gol e assist decisivi. Imprescindibile per la Juventus. Il n.10 conferma la bella tradizione di questa maglia al Westfalenstadion. Man of the match. Dal 81’ Pepe s.v.

Morata 7 – Alla terza occasione, a porta vuota, non sbaglia. Lo spagnolo, sempre più titolare della Juventus, ha un feeling fantastico con Tevez. Decisivo. Dal 78’ Matri s.v.  

All. Allegri 8 – Bella Juventus, tutti tonici e intensi. Bravo lui a dare maggiore copertura al centrocampo scegliendo la difesa a quattro. Sa sopperire alle difficoltà (vedi l'infortunio di Pogba) con lucidità e intelligenza. Regna in Italia e adesso è fra le migliore otto in Europa.  

 

Arbitro: Mazic 6 – Nel primo tempo decide di non utilizzare i cartellini gialli, graziando Vidal meritevole almeno di una sanzione. Nella ripresa gestisce una gara in discesa, estraendo un solo giallo per proteste a Reus.

 

TABELLINO

BORUSSIA DORTMUND–JUVENTUS 0-3

Borussia Dortmund (4-2-3-1): Weidenfeller; Papastathopoulos, Subotic, Hummels, Schmelzer (Dal 46’ Kirch); Bender (dal 63’ Ramos), Gundogan; Reus, Kampl, Mkhitaryan (dal 63’ Blaszczykowski); Aubameyang. A disp: Langerak, Kehl, , Kagawa, Immobile. All: Klopp. 

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Lichtsteiner, Bonucci, Chiellini, Evra; Vidal, Marchisio, Pogba (dal 27’ Barzagli); Pereyra; Tevez (dal 81’ Pepe), Morata (dal 78’ Matri). A disp: Storari, Ogbonna, Padoin, Llorente. All: Allegri.

Arbitro: Mazic (SEB)

Marcatori:  3’, 79’ Tevez (J), 70’ Morata (J)

Ammoniti: 73’ Reus (B)

Espulsi:




Commenta con Facebook