• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Parma > Parma, arrestato Manenti. Prestipino: "Chiesta l'aggravante del metodo mafioso"

Parma, arrestato Manenti. Prestipino: "Chiesta l'aggravante del metodo mafioso"

L'accusa è di reimpiego di capitali illeciti


Gianpietro Manenti (Getty Images)

18/03/2015 12:01

PARMA ARRESTATO PRESIDENTE GIAMPIETRO MANENTI / ROMA - AGGIORNAMENTO ORE 11:35 - All'uscita dal centro sportivo di Collecchio, il capitano del Parma Alessandro Lucarelli ha commentato l'arresto del presidente Manenti: "Voglio prima capire se c'entra o meno il Parma. Non mi sento di dire niente se non che ogni giorno prendiamo bastonate in faccia. Mi auguro che tutto questo finisca. E' da tanto che è difficile giocare, non è da ora. Piano piano stiamo andando avanti, ma veramente viene voglia di chiudere tutto una volta per tutte. Sta diventando una farsa, è tutto uno schifo" le parole riportate da 'Sky'.

ORE 11:20 - Il procuratore aggiunto, Michele Prestipino, interviene in conferenza stampa: "L'indagine ha avuto una durata molto breve e ha avuto risposta giudiziaria in termini praticamente immediati. I reati contestati sono concorso in peculato all'associazione a delinquere, riciclaggio, reimpiego, frode informatica e per la prima volta applichiamo la nuova formula dell'autoriciclaggio. Abbiamo chiesto al gip che le condotte di reate siano aggravate dal cosiddetto metodo mafioso. Raramente capita di poter coniugare in modo così preciso e puntuale due caratteristiche che dovrebbero essere di ogni attività di indagine, cioè professionalità e tempestività. C'era la necessità di interrompere condotte di reato estremamente gravi che erano in atto e che si sarebbero portate a compimento senza i provvedimenti presi questa mattina. I 4.5 milioni erano stati messi a disposizione con provviste finanziarie su carte di credito clonate attraverso l'uso delle somme in operazioni commerciali come sponsorizzazioni, gadget e abbonamenti allo stadio".

11:15 - Il colonnello della Guardia di Finanza, Cosimo Di Gesù, è intervenuto in conferenza stampa: "Indagine complessa ma veloce. E' durata 3 mesi. Abbiamo fatto uno sforzo enorme. Oggi sono state eseguite 22 custodie cautelari, di cui 1 agli arresti domiciliari. Oltre 200 uomini impegnati, 65 perquisizioni in tutta italia".

ORE 10.00 - Il Sindaco di Parma Federico Pizzarotti commenta su 'Twitter' la notizia: "Lo dissi da subito: a Parma nessun spazio per i disonesti. Nessun sciacallo tocchi i parmigiani, la città e la nostra squadra. #SaveParma".

ORE 9.30 - La partita Parma-Torino è a forte rischio rinvio: difficilmente - scrive 'La Gazzetta dello Sport' - l'Amministrazione Comunale concederà al club la disponibilità del 'Tardini'.

ORE 8.30 - Secondo quanto riporta 'La Repubblica', oltre al patron del Parma, nell'ambito della stessa inchiesta, sono finite in manette altre 21 persone.

ORE 7.45 - Nuova clamorosa puntata della telenovela Parma: il presidente Giampietro Manenti è stato arrestato dagli uomini della Guardia di finanza nell’ambito di un'operazione coordinata dalla Procura di Roma. L’accusa nei confronti del patron dei 'Ducali' è di reimpiego di capitali illeciti.

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI




Commenta con Facebook