• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Pogba uomo dei record: in campo e sul mercato

Juventus, Pogba uomo dei record: in campo e sul mercato

Il centrocampista francese ha sbloccato con i suoi gol ben sei incontri


Paul Pogba (Getty Images)
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

10/03/2015 13:30

JUVENTUS POGBA SCUDETTO / TORINO - Ci pensa Paul Pogba, alla fine, alla sua maniera. Botta da fuori, Sassuolo al tappeto e Roma sempre più lontana. Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri lo aveva detto, nella conferenza stampa della vigilia: "Mi accontenterei di vincere 1-0". Accontentato dal francese, sempre al centro delle voci di calciomercato, ancora una volta decisivo. I bianconeri stentano a decollare, poi arriva il colpo di 'Pogboom', lo chiamano i tifosi, subito rinominato 'Monsieur Scudetto', con i giallorossi di Rudi Garcia che scivolano ad undici punti di distacco ed il quarto tricolore consecutivo che si avvicina.

"Se questa Juve avesse la cattiveria della 'mia' avrebbe 20 punti in più di vantaggio" il tackle di ieri, firmato Antonio Conte. Gli risponde Pogba, che forse, come quest'anno, non aveva giocato neanche nella Juve dell'attuale commissario tecnico. Serve meno assist (6 contro i 16 totali dell'anno scorso), ma segna di più e, soprattutto, gol più pesanti. Dopo 22 presenze in Serie A in questa stagione, sommando i numeri in Champions League, Coppa Italia e Supercoppa italiana, l'ex Manchester United ha già messo a segno 8 reti, di cui 6 in campionato, uno nella coppa di Lega ed uno in Europa ed il secondo miglior marcatore juventino dopo Carlos Tevez. Sei dei suoi gol stagionali hanno sbloccato il risultato, garantendo cinque vittorie ed un pareggio, ed il record della scorsa annata, con 9 marcature tra Serie A, Europa League e Supercoppa, è ormai ad un passo, con ancora a disposizione undici giornate (salterà la prossima per squalifica) in campionato e, se lo augurano a Torino, un lungo cammino in Champions e Coppa Italia. 

"Ho sempre detto che do il massimo per questa squadra che mi ha fatto crescere, non penso a nessun'altra società ed al mio futuro" assicura lui, che fa eco al suo agente, Mino Raiola, che pochi giorni fa aveva spiegato: "Ha rinnovato, ci abbiamo messo 8 mesi per trovare l'intesa. E' molto sereno, sta bene a Torino e ha un ingaggio da big. Con la Juve abbiamo fatto un patto e non deve andar via per forza. Lo vogliono i top club europei, basta un fischio e lo venderei in quattro e quattr'otto. Ma Paul non mi ha chiesto di essere ceduto e ad oggi le probabilità che rimanga alla Juve sono pari al 99%. Ma magari tra un po' diventa l'1%...".

E la Juventus s'interroga, intenzionata a trattenere il suo gioiello, tentata dagli assegni addirittura ad otto zeri che potrebbero arrivare dall'estero. Intanto, fino a fine stagione, si gode le sue magie e prepara il ritorno degli ottavi di Champions League in casa del Borussia Dortmund, sfida che ora monopolizza le news Juventus e che potrebbe dare a Massimiliano Allegri l'arma giusta per controbattere all'affondo del suo predecessore. I 102 punti in classifica sono ormai irraggiungibili, ma con il passaggio del turno eguaglierebbe Conte che raggiunse i quarti di finale nella stagione 2012/2013, fermandosi però a 87 punti in Serie A, a +9 dalla Roma. Doppio traguardo raggiungibile e migliorabile, soprattutto con un Pogba così.




Commenta con Facebook