• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Benessere > Benessere, cioccolato al posto del lifting e burro per dimagrire: ecco come e perché

Benessere, cioccolato al posto del lifting e burro per dimagrire: ecco come e perché

Gli studi dell'Università di Cambridge e la dieta di Dave Asprey


Chirurgia estetica (Getty Images)

28/02/2015 12:11

BENESSERE CIOCCOLATO ASTHECHOC E DIETA BULLETPROOF / ROMA - Una barretta di cioccolato che rimpiazza il lifting o la blefaroplastica. Non è uno scherzo e nemmeno la trama di un film. Un gruppo di ricercatori dell'Università di Cambridge ha messo a punto una particolare barretta a base di cioccolato che promette di ottenere un effetto miracoloso sulla tonicità del viso andando a sostituire bisturi e suture con un pasto decisamente più piacevole e meno invasivo.

Si chiama Esthechoc, il particolare cioccolato che ha le sembianze di una comune e succulenta barretta, verrà presentato al prossimo Global Food Summit di Londra ed è concentrato di polifenoli e antiossidanti in grado di restituire la gioventù perduta persino ad un ottantenne, sfruttando le proprietà “ringiovanenti” contenute nelle sostanze. I ricercatori hanno aggiunto, ad una base rappresentata da una tavoletta di cacao fondente puro al 70% dunque già ricca di antiossidanti, un’altra quantità di polifenoli in grado di garantire un apporto di antiossidanti simile a quello generato attraverso l'assunzione di un pezzo di salmone dell'Alaska pari a 300 grami; il tutto concentrato in soli 7,5 grammi di prodotto. I primi test condotti dai ricercatori inglesi su un gruppo di 3000 volontari, di età compresa tra i 50 e i 60 anni, hanno evidenziato un progressivo miglioramento dell'elasticità cutanea e un innalzamento nel tono della pelle della “cavie”. Ma le qualità di Esthechoc non finiscono certo qui. La barretta risulta anche funzionale a chi soffre di problemi di linea, potendo sfruttare un apporto calorico medio, per ogni tavoletta, di sole 39 calorie.

BURRO PER DIMAGRIRE – Arriva dagli Stati Uniti una nuova frontiera in fatto di dieta. Sostituire il classico cucchiaino dello zucchero con un cubetto di burro nel caffè può aiutare a perdere peso: la nuova dieta sta spopolando in tutto il mondo anglosassone e il suo ideatore, Dave Asprey, assicura che il suo metodo per la colazione è in grado di bruciare calorie, aumentare la concentrazione ed eliminare il grasso corporeo in eccesso, lasciando sazi fino all'ora di pranzo anche se le polemiche non mancano. Asprey ha avuto l'intuizione del caffè "corretto" al burro durante un viaggio in Tibet, dove gli fu offerto il celebre tè con burro di yak che lì usano come bevanda conviviale utile anche per affrontare la scalata.

La nuova dieta bulletproof, letteralmente "a prova di proiettile", poggia la sua tesi sull’assunto che il burro fa meno male dello zucchero e basa la sua efficacia sulla chetosi, un processo metabolico che si innesca quando il nostro organismo è in deficit di zuccheri nel sangue e comincia a utilizzare le riserve di grasso immagazzinate. Ma attenzione a come preparate la vostra colazione. Per produrre il suo effetto, gli ingredienti della miscela devono essere rigorosamente biologici. La ricetta comprende quindi una tazza di acqua bollente, due cucchiai e mezzo abbondanti di chicchi di caffè selezionati da macinare, un cucchiaio di un olio a base di grassi altamente digeribili e un cucchiaio di burro non salato e prodotto da animali allevati a pascolo (il grassfed). Ma i consigli della dieta non si limitano alla colazione e comprendono gli altri pasti della giornata, durante la quale si dovrebbero consumare pietanze a base di proteine animali e verdure condite con il burro. Ciò che si deve evitare invece è la frutta zuccherina, gli alimenti che contengono glutine, i cereali e gli oli derivati da vegetali, gli additivi, i coloranti e l'aspartame.

Joan Salge Blake, nutrizionista della Boston University, ha stroncato la bulletproof dichiarando: "A fornire energia al cervello non sono i grassi ma i carboidrati. Le persone continuano a bere il caffè al burro perché a loro piace, ma che aiuti a controllare il peso nel tempo è tutto da dimostrare".

S.C.




Commenta con Facebook