• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Calciomercato Roma, Sabatini: "Garcia ha avuto proposte irrinunciabili. Scudetto, se non questo il p

Calciomercato Roma, Sabatini: "Garcia ha avuto proposte irrinunciabili. Scudetto, se non questo il prossimo"

Il direttore sportivo giallorosso ha parlato dopo la chiusura della sessione invernale di trattative


Walter Sabatini ©Getty Images
Matteo Zappalà (@matteobegbie)

04/02/2015 14:42

CALCIOMERCATO ROMA CONFERENZA STAMPA SABATINI / ROMA - Il direttore sportivo Walter Sabatini è intervenuto in conferenza stampa per fare un bilancio sul calciomercato Roma. Calciomercato.it vi riporta le sue dichiarazioni in tempo reale.

MERCATO DI GENNAIO - "Abbiamo centrato gli obiettivi, ma dovevamo chiudere prima certe operazioni. Purtroppo può capitare sul mercato internazionale".

ISTINTO - "Per me nel mercato prevale l'istinto. I giocatori presi sono forti e abbiamo fatto anche scelte strategiche".

DESTRO - "Destro era in una situazione di disagio e noi abbiamo bisogno di confidare nella voglia e nell'impegno.  E' forte: eravamo certi che fosse il futuro dell'attacco della Roma. La situazione ora è in divenire: può tornare come no. Garcia avrebbe tenuto Destro, ma la pressione sul ragazzo per ora era troppa e ho preferito prendere un giocatore più esperto. Se il Milan non lo riscatterà, Destro tornerà da noi e io sarò contento perché è un classe '91 molto forte".

DOUMBIA - "Doumbia l'avevo incontrato 4 o 5 anni fa con il Palermo e mi aveva abbagliato per la fame di gol che ha in area di rigore. I suoi numeri sono imbarazzanti: ha una media di realizzazione molto alta".

CAMPIONATO - "Il campionato poi è ancora lungo: difendiamo il secondo posto e pensiamo ancora al primo. Ci crediamo".

EUROPA LEAGUE - "Siamo usciti dalla Coppa Italia: ora ci tuffiamo subito nell'idea di poter vincere l'Europa League".

MAICON - "La Roma non lo boccia. Lo aspettiamo, consapevoli dei suoi problemi fisici, ma anche della sua altissima soglia del dolore. Torosidis comunque non ci ha mai deluso, non abbiamo preso un terzino per scelta tecnica. Invito tutti a vedere il primo tempo giocato ieri da Maicon: conosciamo le sue qualità e continuerà a lavorare bene per la Roma".

COPPA D'AFRICA - "Rispettiamo l'impegno dei nostri calciatori impegnati in Coppa d'Africa, ma aspettiamo il loro rientro".

CRISI - "E' un momento così: siamo vittime di una congiunzione astrale negativa. Dobbiamo ritrovare la stima generale per poter tornare sui nostri passi e per essere la Roma che tremare il mondo fa. La Roma tornerà a essere competitiva e forte".

BAYERN MONACO - "La prima partita contro il Bayern Monaco in casa ci ha dato disagio: per dei piccoli episodi qualcosina nella squadra si è perso".

SCUDETTO - "Crediamo ancora nello scudetto, ma per poterlo attaccare dobbiamo essere altrettanto bravi a difendere la seconda posizione. Aspettiamo la prossima partita contro la Juventus, senza pensare a quella persa all'andata".

PALLOTTA - "Il presidente Pallotta vuol portare la squadra ai massimi livelli e sicuramente ci riuscirà. Siamo in un percorso che non riteniamo concluso: siamo ancora sicuri di poter fare qualcosa di importante. Pallotta vuole vincere e se non lo farà quest'anno lo farà l'anno prossimo: non cancelliamo la parola Scudetto. Qui si sta facendo un lavoro per poter riuscire a vincere lo Scudetto sempre".

HIGUAIN - "Ha una clausola di 100 milioni. No, non mi è stato offerto la scorsa estate. Non conoscete De Laurentiis".

ITURBE - "E' costato 22 milioni ed è un giocatore importnate. La giocata di Firenze non è sterile ed estemporanea".

CAVANI - "Non posso spendere per un giocatore solo tutti i ricavi di un intero anno, tra costo e ingaggio. Sarà possibile in futuro. La Roma continuerà a prendere giovani, è una politica del club".

INFORTUNI - "Rongoni lavora tutto il giorno per noi. Gli infortuni sono legati ai tempi e allo stress del calcio. Non possiamo imputare tutto quello che succede al preparatore atletico, che si sta comunque confrontando con l'allenatore".

GARCIA - "Ha ricevuto proposte che si possono definire irrinunciabili, ma vuole rimanere alla Roma e vuol vincere con la Roma. Garcia si assume le sue responsabilità,  come tutti. I giocatori li prendo io, con il benestare del mister. Garcia non se ne andrà da qui finché non avrà vinto lo scudetto a Roma".

ADDIO - "Non ci penso neanche. Vado via se mi crollano i polmoni, voglio arrivare fino in fondo".

PJANIC - "Tornerà ad essere il giocatore che conosciamo".




Commenta con Facebook