• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO CESENA-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO CESENA-LAZIO

Mauricio e Cana così non va. Defrel è ovunque, Cataldi da Mai dire goal


Gregoire Defrel (Getty Images)
Marco Anselmi

01/02/2015 16:52

ECCO LE PAGELLE DI CESENA-LAZIO:

 

CESENA

Leali 6,5 - Il primo tiro arriva al 21’, da fuori ci prova Candreva e l’estremo difensore para a terra. E’ bravo anche sulle conclusioni di Parolo e Cataldi nel primo tempo. Nel secondo tempo continua ad essere concentrato.

Perico 6 - Sulla sua fascia si gioca poco, Mauri spesso staziona sulla trequarti lasciando poco lavoro all’esterno destro del Cesena.

Capelli 6 - Palesa qualche difficoltà sui calci piazzati come il compagno di reparto ma è più ordinato rispetto allo sloveno.

Krajnc 6 - Il classe ’94 ha l’attenuante di essere molto giovane, deve migliorare nella marcatura ed in fase di impostazione. Migliora nel secondo tempo prendendo sicurezza, la Lazio non attacca molto.

Renzetti 6,5 - Contiene Candreva senza mai mandarlo sul fondo, in fase offensive spinge il giusto senza mai esporre ad inutili rischi la sua squadra. E’ un moto perpetuo, ha intensità e qualità.

Giorgi 6 - Rischia l’ammonizione in un paio di occasioni ma è uno dei migliori del suo reparto, si danna l’anima per rubare palloni. Fa il suo con buone capacità. Nel secondo tempo migliora. Esce sfinito a circa 10 minuti dalla fine. Dal 82’ Cazzola s.v.

De Feudis 6 - Impreciso in fase di impostazione ed importante in fase difensiva il 31 enne riesce a dare il suo importante contributo.

Pulzetti 6,5 - Ha tanta grinta e non si dà mai per vinto. Corre molto e quando può si inserisce dal lato di Basta che non si fa mai trovare impreparato. Importante per la sua squadra. Dal 85’ Cascione s.v.

Brienza 6,5 - Il miglior marcatore del Cesena è anche quello di maggiore qualità e lo dimostra anche se in qualche occasione sbaglia la misura degli appoggi. Regala a Defrel una verticalizzazione eccellente che il francese non sfrutta al meglio. Colpisce un palo su calcio di punizione, è il preludio per quello che succederà di li a breve.

Defrel 7,5 - Si carica sulle spalle le azioni offensive della sua squadra e crea diverse difficoltà alla difesa biancoceleste. Cana ha un avversario difficile da controllare. Dopo 3’ minuti non porta in vantaggio la sua squadra: non riesce ad alzare il pallone sull’uscita del portiere laziale. Ci riesce qualche minuto più tardi con un sinistro imprendibile. E’ onnipresente.

Djuric 5,5 - Al 40’ non arriva in spaccata su cross di Brienza. Anticipa Cana nel movimento ma arriva con un attimo di ritardo sul pallone. Dal 70’ Rodriguez 6 - Segna sempre quando entra nella ripresa, questa volta non ci riesce ma è comunque utile alla manovra offensiva. Sul suo blocco su Mauricio il Cesena segna il 2 a 0.

All. Di Carlo 6,5 - Ha studiato la Lazio e si vede, imbriglia i biancocelesti che non riescono a trovare gioco né sulle fasce né per via centrale.

 

LAZIO

Marchetti 6 - Sempre sicuro sulle uscite in cui è chiamato a rispondere. Dopo 3’ minuti del primo tempo salva su Defrel in uscita. Non può nulla sul gol di Defrel, il suo tiro si stampa sotto l’incrocio dei pali. Al 75’ è ancora Defrel a calciare violentemente verso la porta biancoceleste ma il portiere laziale salva in angolo.

Basta 6 - Difende bene ed attacca quando ce n’è bisogno. Sovrappone spesso sul compagno di fascia Candreva ma dalla sua parte deve stare attento anche alle folate offensive dei bianconeri.

Mauricio 5 - Al 19’ dopo aver controllato con difficoltà dentro l’area di rigore liscia il pallone: è fortunato perché nessuno degli attaccanti avversari si accorge dello sbaglio e non possono ribattere a rete. Provvidenziale del 43’ su tiro di Pulzetti, con la testa devia in angolo. 

Cana 5 - Sbaglia il tempo su Defrel che si invola in porta ma a chiudere c’è Ledesma. Pasticcia regalando qualche occasione di troppo agli avversari. Nel secondo tempo non migliora, graziato dall’arbitro per un fallo

Pereirinha 6 - Ordinano sbaglia poco e quando c’è da spingere lo fa fino al fondo. Attento in fase difensiva lascia pochi spazio agli avversari. Esce per infortunio. Dal 65’ Cavanda 6 - Spinge più del compagno e si scambia la posizione in fase offensiva con Keita. 

Cataldi 4,5 - Impreciso sui calci d’angolo, sbaglia i primi tre. Al 27’ scarica un sinistro verso la porta di Leali che blocca senza troppi problemi. Al 77’ si butta dentro il pallone da solo, un'autorete con la quale la Gialappas avrebbe potuto fare anni di trasmissione.

Ledesma 5,5 - Potrebbe essere la sua ultima in biancoceleste, la testa potrebbe essere altrove ma inizia bene salvo poi sbagliare qualche appoggio di troppo. Migliora nel secondo tempo: fa girare il pallone più velocemente. Dal 58’ Keita 5,5 - Dovrebbe dare maggiore imprevedibilità alla manovra prova ad andare sul fondo per servire Klose ma non è preciso.

Parolo 6 - Al 23’ calcia da 30 metri: la sua fortissima conclusione è parata in due tempi da Leali. Importante in fase di costruzione, tocca pochi palloni ma non li sbaglia. Nel secondo tempo si abbassa e trova maggiori difficoltà nel giocare i palloni.

Candeva 6 - Spina nel fianco dei cavallucci marini. Il nazionale italiano ha però davanti a se Renzetti che ha grande corsa e spesso deve accentrarsi, nella seconda metà del primo tempo cambia fascia. Nel secondo tempo gioca troppo da solo ma ha poca assistenza da parte dei compagni.

Klose 6,5 - E’ in giornata, almeno così sembra nella prima parte del primo tempo. Il tedesco è l’unico che crea grattacapi alla difesa cesenate. Con il passare del tempo cala perché gli arrivano pochi palloni giocabili. Al 86’ segna un bellissimo gol con la fascia da capitano al braccio confermando il momento positivo di forma.

Mauri 5,5 - Oggi meno bene rispetto al solito. Il numero 6 biancoceleste prova a spostarsi da destra a sinistra per ricevere palloni da offrire ai compagni ma nel primo tempo non riesce nel suo intento. Dal 82’ Perea 6 - Entra e propizia il gol di Klose facendo a sportellate con gli avversari.

All. Pioli 5 - Nel primo tempo non è la sua solita Lazio, troppo prevedibile e lenta. Nel secondo tempo toglie Ledesma, mette Keita cambia modulo e subisce gol proprio per un buco a centrocampo. 

Arbitro Peruzzo 6 - Il Cesena reclama due rigori che sembrano però non esserci. Giusto il fuorigioco di Mauri sul gol non concesso alla Lazio. Grazia Cana al 12’ del secondo tempo, il fallo su Defrel. Sul secondo gol del Cesena Marchetti protesta per un blocco di Rodriguez e si prende il giallo: il fallo dello spagnolo c’era.

 

TABELLINO

CESENA-LAZIO 2-1

CESENA (4-3-1-2) - Leali; Perico, Capelli, Krajnc, Renzetti; Giorgi (dal 82’ Cazzola), De Feudis, Pulzetti (dal 85’ Cascione); Brienza; Djuric (dal 70’ Rodriguez), Defrel. All. Di Carlo. A disp. Agliardi, Bressan, Nica, Volta, Lucchini, Magnusson, Cascione, Carbonero, Zé Eduardo, Cazzola, Moncini.

LAZIO (4-3-3) - Marchetti; Basta, Mauricio, Cana, Pereirinha (dal 65’ Cavanda); Parolo, Ledesma (dal 58’ Keita), Cataldi; Candreva, Klose, Mauri (dal 82’ Perea). All. Pioli. A disp. Berisha, Strakosha, Konko, Novaretti, Ederson, Onazi, Oikonomidis.

ARBITRO: Peruzzo (sez. Schio)

Marcatori: 61’ Defrel (C), 77’ Aut. Cataldi (C), 86’ Klose (L).

Ammoniti: 49’ Parolo (L), 58’ Mauricio (L), 77’ Marchetti (L), 88’ Capelli (C).




Commenta con Facebook