• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Cagliari-Juventus, Allegri: "Importante chiudere l'anno in testa. Gli ammoniti? Ha ragione l'Uefa"

Cagliari-Juventus, Allegri: "Importante chiudere l'anno in testa. Gli ammoniti? Ha ragione l'Uefa"

L'allenatore bianconero ha commentato la netta vittoria esterna


Massimiliano Allegri (Getty Images)
Andrea Corti (Twitter: @cortionline)

18/12/2014 21:09

CAGLIARI JUVENTUS ALLEGRI / CAGLIARI - Al termine del match vinto sul campo del Cagliari, l'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di 'Sky Sport': "Se non c'è stato nessun ammonito significa che la squadra ha lavorato bene difensivamente non commettendo falli. Il regolamento fa sì che chi non gioca la Supercoppa ha dei vantaggi. L'Uefa ha anche cambiato il regolamente sui diffidati per portare in finale di Champions i migliori, e credo che sarebbe giusto anche per la Supercoppa Italiana".

FINALE - "Il Cagliari non molla mai, sull'1-3 era ancora aperta la partita. Dopo il 2-0 abbiamo smesso di giocare. Lo stesso dopo il 3-0, dopo il gol loro abbiamo ripreso. Era importante chiudere l'anno in testa per prepararci al Napoli".

ZEMAN - "Sono rimasto stupito dal fatto che abbia derogato al 4-3-3, ha cercato di chiuderci gli spazi e ripartire. Noi siamo stati bravi. Buffon ha toccato troppi palloni. Quella di Zeman è stata una mossa intelligente".

GRINTA - "Ho la fortuna di allenare un gruppo che ha voglia di continuare a stupire. Non sarà facile vincere il quarto campionato, sarà un duello fino alla fine con la Roma. Sono fiducioso di poter far bene anche in Champions".

2014 - "Non ho rivalse nei confronti di nessuno. Al Milan mi hanno messo 'in pensione' per 5-6 mesi poi è arrivata la chiamata della Juve. Mi ritengo fortunato di essere arrivato in una grande società e di avere a disposizione questo gruppo".




Commenta con Facebook