• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Udinese > Inter-Udinese, Stramaccioni fra pretattica e amarcord: "Sempre onesto con i nerazzurri"

Inter-Udinese, Stramaccioni fra pretattica e amarcord: "Sempre onesto con i nerazzurri"

Le parole dell'allenatore bianconero alla vigilia del suo ritorno a Milano


Andrea Stramaccioni (Getty Images)

06/12/2014 14:43

UDINESE CONFERENZA STAMPA STRAMACCIONI / UDINE - L'Udinese si prepara per la sfida contro l'Inter, Andrea Stramaccioni si prepara per il suo grande ritorno a Milano. Un'occasione imperdibile per l'allenatore romano, che non può non parlare del suo passato: "Sono convinto di essere stato un allenatore molto onesto, come lo sono ora qui a Udine. Provo grande rispetto e affetto per la società e per i tifosi, ed è un legame che rimarrà per sempre. Non mi aspetto niente di particolare, ma ora sono all'Udinese e spero di restarci a lungo". Si parla poi della partita e della situazione attuale dell'Udinese: "C'era insoddisfazione dopo quest'inizio di campionato, poi la partita col Cesena ha fatto concretizzare in campo quello che ci eravamo detti nello spogliatoio e siamo tornati noi. Ora a Milano dobbiamo bissare la prestazione, dimenticando quanto accaduto col Milan".

VARIAZIONI TATTICHE - Stramaccioni non scopre le sue carte e fa pretattica, sia in merito alla formazione che al modulo che schiererà in campo: "La nostra storia, brevissima, è data dai fatti. Siamo partiti da un modulo e abbiamo cambiato per un'emergenza cronica sulla fascia sinistra dovuta agli infortuni. Abbiamo ottenuto buoni risultati, ma una volta raggiunta una posizione soddisfacente, abbiamo provato ad alzare l'asticella sotto il punto di vista della qualità del gioco, anche se per ora i risultati non ci danno ragione. Nel corso di questi mesi abbiamo provato sia la difesa a 3 che quella a 4, adesso l'Udinese ha un bagaglio di conoscenze che gli permette di giocare con entrambe le soluzioni. Non mi biasimate ma per ora le indicazioni le tengo per me, per dare meno vantaggi possibili all'avversario". Su Bruno Fernandes: "Lo stimo molto, è molto giovane, sta bruciando le tappe e ci può stare una piccola mancanza di continuità. Lo teniamo stretto e lui deve lavorare per trovare questa regolarità. Sono certo che domani se chiamato in causa, dall'inizio o a partita in corso, saprà dare il suo contributo".

 

A.P.




Commenta con Facebook