• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Raggi splende. Immobile fa flop, idem Benatia e Boateng

ITALIANS - Raggi splende. Immobile fa flop, idem Benatia e Boateng

Nuovo appuntamento per la rubrica che si occupa dei principali italiani all'estero e degli ex stranieri della Serie A


Andrea Raggi (Getty Images)
Hervé Sacchi (@hervesacchi)

28/11/2014 17:00

ITALIANS CHAMPIONS LEAGUE PAGELLE ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Si è conclusa la tre giorni europea e Calciomercato.it fa il bilancio delle prestazioni degli Italians, i giocatori italiani all'estero. Non sono in tanti ad aver trovato effettivamente spazio in Champions League: Balotelli e Verratti non sono stati convocati, Cerci ha visto il suo Atletico Madrid vincere contro l'Olympiacos solo dalla panchina. E così il migliore italiano in Europa del turno di Champions risulta Andrea Raggi: il suo Monaco è uscito dalla BayArena di Leverkusen con il massimo della posta. Lui si è reso protagonista di un'ottima gara in entrambe le fasi di gioco. Chi invece ha sfruttato male l'occasione concessagli è Ciro Immobile, avulso nella gara contro l'Arsenal.

A proposito di Arsenal: Alexis Sanchez è tra i top 5 degli ex stranieri della Serie A. Il cileno condivide il voto con l'ex Fiorentina Jovetic che guadagna il primo posto. Non è stata invece la settimana di due 'tedeschi': Benatia è il primo tra i flop 5, seguito dall'ex Milan Kevin-Prince Boateng.

 

MARIO BALOTELLI (Liverpool) - Non convocato.

FABIO BORINI (Liverpool) - In panchina contro il Ludogorets.

MARCO VERRATTI (Paris Saint-Germain) - Non convocato.

THIAGO MOTTA (Paris Saint-Germain) - Non convocato.

SALVATORE SIRIGU (Paris Saint-Germain): 6 - Non poteva fare molto sul gol di Klaassen. E' stato discretamente impegnato nella serata di coppa contro l'Ajax, cavandosela quasi sempre.

ANDREA RAGGI (Monaco): 7 - Il suo Monaco sbanca la BayArena e lui esce dall'impianto di Leverkusen con un bel voto in pagella. Partita non facile ma giocata con grande attenzione. Si prodiga in buone spinta sulla fascia destra senza farsi mai trovare impreparato in copertura.

GIULIO DONATI (Bayer Leverkusen): 6 - Nel match contro il Monaco non commette errori. Non fa mai mancare la sua corsa sulla corsia di competenza. Limita con buon efficacia anche gli attacchi di Carrasco.

CIRO IMMOBILE (Borussia Dortmund): 4,5 - Era sempre andato bene in Champions quando chiamato in causa. All'Emirates Stadium, contro l'Arsenal, si muove poco e non è mai incisivo. Sostituito a mezz'ora dal termine, ha sprecato una chance per ribaltare le gerarchie di Klopp.

ALESSIO CERCI (Atletico Madrid) - In panchina contro l'Olympiacos Pireo.

BRYAN CRISTANTE (Benfica) - In panchina contro lo Zenit San Pietroburgo.  

DOMENICO CRISCITO (Zenit San Pietroburgo): 6 - Complessivamente una gara sufficiente per lui. Viene aggirato solo una volta da Salvio.

 

 


ITALIANS TOP 5 - I CINQUE MIGLIORI EX STRANIERI DELLA SERIE A NELL'ULTIMO TURNO

1. STEFAN JOVETIC (Manchester City): 8 - Entra al 66' e la partita cambia. Dona dinamismo all'attacco e anche un buon tasso di imprevedibilità. Serve due assist ad Aguero che è bravo a sua volta a concretizzare al massimo le azioni create dall'ex Fiorentina.  

2. ALEXIS SANCHEZ (Arsenal): 8 - Nuova grande prestazione per l'ex Udinese che mette in cassaforte il risultato. La sua qualità e le caratteristiche tecniche invidiabili mettono in difficoltà i difensori del Borussia dal primo all'ultimo minuto. Sempre una garanzia.

3. EDINSON CAVANI (Paris Saint-Germain): 7,5 - Prestazione positiva e fortunata per l'ex Napoli che nella gara di Champions League, contro l'Ajax, mette a segno una doppietta importante che permette alla sua squadra di mantenere il vantaggio sul Barcellona.

4. ZLATAN IBRAHIMOVIC (Paris Saint-Germain): 7,5 - Preciso e decisivo. La sua rete serve al PSG per ottenere il vantaggio, dopo che Klaassen aveva da poco pareggiato il conto. Nel primo tempo, da un suo filtrante per Lavezzi nasce il primo gol di Cavani.

5. JAVIER PASTORE (Paris Saint-Germain): 7 - C'è anche il suo contributo nell'azione del primo gol, mentre sulla seconda rete (la prima di Ibra) è suo il passaggio decisivo che pesca lo svedese, abilissimo poi a trovare lo spazio giusto per segnare.

 

ITALIANS FLOP 5 - I CINQUE PEGGIORI EX STRANIERI DELLA SERIE A NELL'ULTIMO TURNO


1. MEHDI BENATIA (Bayern Monaco): 4 - Un suo sciagurato errore costa al Bayern lo svantaggio iniziale e soprattutto l'inferiorità numerica per 70'. Un regalo per gli inglesi, non certo per i suoi ex tifosi alla Roma, che si ritrovano così a dover fare risultato contro il City nell'ultima gara.

2. KEVIN-PRINCE BOATENG (Schalke 04): 4,5 - Serata frustrante per l'ex rossonero che cerca la giocata, ma quasi sempre risulta inefficace. Poteva certamente fare di più. A sua parziale discolpa, c'è da dire che non ha avuto grande collaborazione in campo.

3. WESLEY SNEIJDER (Galatasaray): 5 - Pare davvero svogliato. La situazione personale e di squadra non aiuta e si manifesta in campo nel match contro l'Anderlecht. I passaggi sono quasi sempre precisi, ma non inventa giocati tali da mettere in difficoltà la difesa belga che esce dal campo con una vittoria preziosissima.

4. FELIPE MELO (Galatasaray): 5,5 - Dopo un primo tempo così così, riesce a migliorarsi nel secondo tempo. Sebbene cerchi di dare una mano in fase di copertura, non è preciso in fase di appoggio. Alimenta poco la manovra. Il voto è negativo, ma è stato complessivamente uno dei migliori della sua squadra. E ciò dice tutto.

5. EZEQUIEL LAVEZZI (Paris Saint-Germain): 5,5 - In una serata in cui gli attaccanti hanno fatto tutto molto bene, lui resta un po' in disparte. Nonostante l'assist facile servito a Cavani per il gol che apre la gara, ha avuto una sola grande chance per entrare a tabellino, trovando però sulla sua strada il portiere Cillessen.

 




Commenta con Facebook