• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Corvino: "Neto è da grande squadra. A Ljajic manca continuità"

Roma, Corvino: "Neto è da grande squadra. A Ljajic manca continuità"

L'ex direttore sportivo di Lecce e Fiorentina ha parlato anche delle limitazioni sul numero dei stranieri in campionato


Pantaleo Corvino (Getty images)

28/11/2014 12:40

PANTALEO CORVINO INTERVISTA STRANIERI NETO LJAJIC / ROMA - L'ex direttore sportivo di Lecce e Fiorentina, Pantaleo Corvino, è intervenuto ai microfoni di 'TeleRadioStereo': "Troppo stranieri in Serie A? Non si può limitare la qualità che si può individuare in ogni parte del mondo. Se vogliamo valorizzare i nostri giovani dobbiamo mettere un numero fisso di italiani tra titolari e riserve e lasciare libera la circolazione di calciatori comunitari ed extracomunitari".

Corvino ha poi parlato di due giocatori da lui scoperti, Neto e Ljajic: "Il serbo sta esprimendo tutte le potenzialità che avevo visto quando decisi di portarlo alla Fiorentina. Se riuscirà a trovare la continuità di rendimento, diventerà un grande campione. Neto alla Roma? E' un portiere da grande squadra e la Roma lo è. Il pubblico viola non ha regalato nulla a Neto, criticandolo anche duramente".

In chiusura ha regalato anche un interessante retroscena su Berbatov ai tempi del Lecce: "Con Fenucci, il dirigente presente all'epoca, valutammo le qualità del giocatore. Rinunciammo per motivi caratteriali. Berbatov lo avremmo pagato 3 miliardi di lire, passò poi al Manchester per 40 milioni di euro".

O.P.




Commenta con Facebook