• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-LAZIO

PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-LAZIO

Maccarone trascina, Barba ottimo. Ciani da piangere, Djordjevic combatte


Massimo Maccarone (Getty Images)
Raniero Mercuri

09/11/2014 17:06

ECCO LE PAGELLE DI EMPOLI-LAZIO

 

EMPOLI

Sepe 6 – Nei primi minuti di gara Candreva, Djordjevic e Parolo gli mettono i brividi, ma le loro conclusioni terminano a lato di poco. Nella ripresa, al 21’ s.t. subisce il gol di Djordjevic. Ma lui non ha colpe.

Laurini 5,5 – Troppo falloso. Per due volte Mazzoleni lo grazia dal giallo, dopo due entrate dure su Djordjevic. Dal 23’ s.t. Hysaj 6 – Molto attento in copertura.

Rugani 6,5 – Convince ancora il giovane centrale dell’Empoli. Attento, ordinato. Il futuro è suo.

Barba 7 – In campo per l’assenza di Tonelli, non lo fa rimpiangere. Anzi. S’intende subito con Rugani, compagno di reparto. Al 7’ s.t., dagli sviluppi di un corner, beffa di testa Ciani e Cavanda, portando in vantaggio i suoi. Beata gioventù.

Mario Rui 5,5 – Il peggiore. Tutto sommato, non fa gravi danni. Tuttavia, è meno intraprendente del solito. Il premio di peggiore però, se lo merita subito, all’8’ p.t.: sulla palla lunga di Lulic, si fa saltare dalla palla e lascia Candreva tutto solo davanti a Sepe. Candreva sbaglia, Mario Rui di più.

Vecino 6 – La spalla di Valdifiori. Sempre attento in copertura, soprattutto abile ad inserirsi quando c’è occasione. Prezioso.

Valdifiori 6 – E’ la mente della squadra. Dai suoi piedi passano tutte le giocate più importanti. Se gira lui, gira L’Empoli. Ed oggi ha girato a metà.

Croce 6 – Stesso discorso fatto per Vecino. Corre, lotta e suda per dare la possibilità a Valdifiori di dare ritmo alla banda.

Zielinski 6,5 – Gioca dietro le punte. E lo fa bene, con diversi ottimi spunti. Con Maccarone tiene sempre in pensiero la retroguardia laziale. Dal 12’ s.t. Laxalt 6 – Lotta e combatte, proprio quello che voleva Sarri da lui.

Pucciarelli 5,5 – Si muove molto lì davanti. Ogni tanto Ciani se lo perde e lo stende. Finisce però per non incidere mai. Dal 39’ s.t. Bianchetti s.v.

Maccarone 7 – Il migliore. Prova da subito a caricarsi la squadra sulle spalle. A volte lo fa bene, altre no. Al 21’ p.t. cerca un rigore che non c’è, dopo un corpo a corpo con Cavanda. Al 10’ s.t., dopo una punizione dal limite battuta veloce, fredda di sinistro Berisha per il due a zero. Essenziale.

All. Sarri 7 – Un ottimo Empoli. Ordinato, preciso, soprattutto intraprendente. Vittoria fondamentale, che fa classifica e morale.

 

 

LAZIO

Berisha  5,5 – Torna tra i pali nella giornata peggiore. Chiariamo, non ha colpe particolari. Forse potrebbe opporsi sul tiro di Maccarone che vale il raddoppio empolese. Ma forse chiediamo troppo.

Cavanda 5 – Male. Soffre già un pochino Maccarone nel primo tempo. Nel secondo tempo va nel pallone. Sul vantaggio empolese è in ritardo (con Ciani) nella marcatura di Barba, che fa uno a zero.

De Vrij 6 – Lì dietro è l’unico a salvarsi. Gran fisico, sempre attento.

Ciani 4,5 – Il peggiore, di gran lunga. Nel primo tempo soffre un po’ la velocità di Pucciarelli, regalando qualche svarione pericoloso. Nel secondo, malissimo. Al 7’ s.t., Barba di testa lo anticipa e porta in vantaggio l’Empoli. Un distastro.

Braafheid 5 – Male. Quando spinge dà l’impressione di poter far male. Ma lo fa poco, quasi mai. In copertura poi, lasciamo perdere. Dal 12’ s.t. Klose 5,5 – Si vede poco, soprattutto non incide come dovrebbe.

Parolo 5,5 – Sembra in ottima giornata, quando al 13’ p.t. di destro sfiora il vantaggio. Poi? Basta. Dal 31’ s.t. F.Anderson 6 – Almeno si dà da fare.

Biglia 5 – Opaca stavolta la prova del regista argentino. Non riesce mai a dare ritmo alla squadra.

Lulic 5,5 – Ad inizio gara, con un gran lancio mette Candreva in porta. Poi però, sparisce anche lui.

Candreva 5,5 – E’ suo l’assist per il gol di Djordjevic. Per il resto, non è il solito gran giocatore al quale siamo abituati. Un esempio? All’8’ p.t., da buona posizione, grazia Sepe, sparando sul fondo.

Djordjevic 6,5 – Il migliore. Si muove dinoccolato, sembra arrancare. Niente di più falso. E’ il suo modo di lottare su ogni palla come un leone. Fisicamente straripante, prova a rimettere la Lazio in corsa al 21’ s.t. con un colpo di testa imperioso. Nel complesso però, non si vede tantissimo.

Mauri 5 – Davvero deludente. Un primo tempo con pochissimi spunti degni di nota. Dal 42’ p.t. Ederson 5 – Male. Molto male. Pensa più a picchiare che a giocare, nonostante sia dotato di un ottimo talento. La domanda è: lo vedremo mai?

All. Pioli 5 – Stavolta la sua Lazio non c’è. Parte anche bene, creando qualche occasione importante. Poi, sparisce. Soprattutto, il pallino del gioco è quasi sempre in mano all’Empoli.

Arbitro: Mazzoleni 5,5 – Non incide in negativo sulla gara. Sbaglia però diversi cartellini: nel primo tempo grazia due volte dal giallo Laurini, nel secondo l’intervento di Mario Rui su Candreva avrebbe meritato più il rosso che il giallo.

 

TABELLINO

EMPOLI-LAZIO 2-1

Empoli (4-3-1-2): Sepe; Laurini (Dal 23’ s.t. Hysaj), Rugani, Barba, Mario Rui; Vecino, Valdifiori, Croce; Zielinski (Dal 12’ s.t. Laxalt); Pucciarelli (Dal 39’ s.t. Bianchetti), Maccarone.  All. Sarri

Lazio (4-3-3): Berisha; Cavanda, De Vrij, Ciani, Braafheid (Dal 12’ s.t. Klose); Parolo (Dal 31’ s.t. F.Anderson), Biglia, Lulic; Candreva, Djordjevic,  Mauri (Dal 42’ p.t. Ederson)  All. Pioli

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni

Marcatori: 7’ s.t. Barba (E), 10’ s.t. Maccarone (E), 21’ s.t. Djordjevic (L)

Ammoniti: 37’ p.t. Cavanda (L), 11’ s.t. Ederson (L), 38’ s.t. Mario Rui (E)

Espulsi: -




Commenta con Facebook