• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > > LA MOVIOLA DI CM.IT: Da rosso la gomitata di Vrsaljko a Tevez, esagerata l'espulsione di Mazzarri

LA MOVIOLA DI CM.IT: Da rosso la gomitata di Vrsaljko a Tevez, esagerata l'espulsione di Mazzarri

Banti grazia il giocatore del Sassuolo. Orsato è troppo severo con l'allenatore dell'Inter


Luca Banti (Getty Images)
Emiliano Forte

20/10/2014 07:31

MOVIOLA SERIE A SETTIMA GIORNATA TEVEZ MAZZARRI / MILANO - Dopo la bufera di Juventus-Roma e la sosta per le Nazionali riparte la Serie A con gli arbitri osservati speciali soprattutto nelle gare in cui sono impegnate le formazioni di Allegri e Garcia. Bene Calvarese in Roma-Chievo mentre è apparso troppo indulgente Banti in Sassuolo-Juventus visto il brutto intervento di Vrsaljko su Tevez che probabilmente meritava una maggiore severità. Nel posticipo tra Inter e Napoli fila tutto liscio fino al convulso finale dove Orsato smarrisce un po' della sicurezza mostrata per quasi tutto il match. Da rivedere il rosso mostrato a Walter Mazzarri subito dopo la rete del momentaneo 1-1 firmata da Guarin.

 

ROMA–CHIEVO 3-0, arbitro Calvarese 6 - Poco dopo la mezz'ora di gioco viene concesso un rigore in favore dei giallorossi per la trattenuta di Dainelli ai danni di De Rossi;  il fallo è tanto evidente quanto ingenuo e Calvarese molto ben posizionato fischia senza esitazioni.

 

SASSUOLO-JUVENTUS 1-1, arbitro Banti 5,5 - Puntuale l'intervento del direttore di gara sulla rete di Bonucci annullata nel corso del 13esimo minuto per il fuorigioco dello stesso difensore juventino sull'assist di testa di Llorente.  Alla mezz'ora Magnanelli interviene in maniera irregolare su Pogba nei pressi dell'area neroverde: in questo caso Banti lascia correre ma il calcio di punizione poteva starci. Poco dopo Vrsaljko fronteggia Tevez colpendolo al volto con una brutta gomitata che poteva essere sanzionata anche con il rosso per il giocatore del Sassuolo. 

 

FIORENTINA-LAZIO 0-2, arbitro Peruzzo 5,5 - Regolare la rete del raddoppio biancoceleste firmata da Lulic con quest'ultimo che si trova  dietro la linea della palla sull'assist di Candreva. Nel complesso in una gara dove non si segnalano episodi particolarmente difficili da valutare, Peruzzo si è 'concesso' qualche sbavatura di troppo nella gestione del match: in alcuni frangenti è risultato avaro di cartellini mentre in altri ne ha abusato senza una reale necessità.

 

PALERMO-CESENA 2-1, arbitro Damato 5 - Da rivedere l'azione che porta al rigore in favore del Cesena per il contatto tra Andelkovic e Magnusson: il fallo non è evidente ma il difensore è davvero ingenuo nel trattenere l'avversario. Decisione severa me che ci può stare. Coppola rimedia due gialli nel giro di 3 minuti ma meritava il rosso diretto in occasione del primo fallo su Morganella.

 

CAGLIARI-SAMPDORIA 2-2, arbitro Gervasoni 6,5 - Convincente la direzione del fischietto  lombardo che si fa trovare sempre ben posizionato in concomitanza dei momenti più delicati del match. Gabbiadini scatta da posizione regolare nell'azione che porta al 1-0 per i blucerchiati. Giusto il primo giallo mostrato a Cacciatore così come il secondo dal quale scaturisce il penalty assegnato al Cagliari.

 

VERONA-MILAN 1-3, arbitro Valeri 5,5 - Parte da posizione regolare Keisuke Honda in occasione del raddoppio rossonero. Probabilmente troppo severo Valeri quando mostra due gialli a Marquez con conseguente espulsione del difensore gialloblu. Nel complesso il direttore di gara alterna fasi in cui applica il regolamento in maniera molto rigorosa con altre in cui si mostra più permissivo con il risultato di indispettire i giocatori in campo.

 

ATALANTA-PARMA 1-0, arbitro Guida 6 - É il 15esimo minuto quando i padroni di casa protestano per un presunto mani in area parmigiana di Mendes. Corretta la decisione di Guida di lasciar correre visto che il difensore tocca la palla con la coscia. Regolare la rete che permette ai nerazzurri di portare a casa i tre puniti: Mirante non trattiene un tiro di Cigarini e Boakye insacca senza commettere fallo sul portiere avversario.

 

TORINO - UDINESE 1-0, arbitro Russo 6 - Bene l'arbitro campano che, in sintonia con i suoi collaboratori, riesce a tenere sempre sotto controllo il match e a prendere i giusti provvedimenti per tutti i 90 minuti.

 

INTER-NAPOLI 2-2, arbitro Orsato 5 - Fino al 70esimo il comportamento del fischietto veneto è stato esemplare, poi colleziona una serie di decisioni errate che vanno ad incidere sul giudizio complessivo. La prima svista evidente da segnalare è un fallo commesso da Lopez ai danni di Palacio che provava a scappare via sulla sinistra. Orsato lascia correre e subito dopo al limite dell'area nerazzurra è Vidic a commettere un fallo prolungato quindi molto evidente su Higuain: anche in questo caso l'arbitro non fischia, provocando le vistose proteste dell'attaccante argentino, che viene anche ammonito. Altra decisione poco comprensibile in occasione del rosso mostrato a Mazzarri, 'colpevole' di aver superato il limite dell'area tecnica mentre esultava e caricava i suoi dopo il gol di Guarin.




Commenta con Facebook