• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Estero > Calciomercato, dall'Argentina al Vietnam: i classe 1997 più forti del mondo

Calciomercato, dall'Argentina al Vietnam: i classe 1997 più forti del mondo

L'elenco annovera elementi cercati dalla Juventus e calciatori di Inter e Roma


Youri Tielemans (Getty Images)
Matteo Torre (@torrelocchetta)

14/10/2014 16:20

CALCIOMERCATO CLASSE 1997 MONDO TALENTI / ROMA - Agli inglesi, si sa, piacciono gli elenchi. Così il 'The Guardian' ha messo a punto un vademecum dei quaranta calciatori nati nel 1997 da tenere maggiormente d'occhio in tutto il pianeta. C'è luce anche per l'Italia, rappresentata da un talento dell'Inter. Molti di questi nomi potrebbero essere campioni affermati di qui a qualche anno, anche se oggi potreste non conoscerne neanche il volto. Siete pronti? Via!


ARGENTINA
Guido Vadalà (Boca Juniors): Attaccante. Carlos Bianchi lo ha convocato nel ritiro prestagionale a 16 anni. Un passato nella Cantera del Barcellona e nel vivaio dell'Atalanta. Ha segnato 32 gol nel solo 2013.

AUSTRALIA
Daniel Da Silva (Perth Glory/Roma): Trequartista. Sabatini ci ha già messo le mani. Gioca tra i professionisti dall'età di 15 anni. Pagato meno di 3 milioni di euro, lo volevano tutti i top club d'Europa.

BELGIO
Youri Tielemans (Anderlecht): Centrocampista. Sarebbe meglio dire 'tuttocampista'. Un po' Vidal, un po' Verratti, un po' Aquilani. Pensate a una dote necessaria per giocare a calcio e lui ce l'ha. Adora gli inserimenti. Ah, già: lo vogliono. Tutti.

BRASILE
Malcolm Filipe (Corinthians): Attaccante. Ha già dieci presenze e un gol tra i professionisti. Come tanti grandi del passato, proviene da uno dei quartieri più poveri e malfamati del Brasile. E punta le stelle.
Gerson Santos da Silva (Fluminense): Trequartista. Piede sinistro da maestro, è già entrato nel mirino del calciomercato Juventus. Così come del Manchester City. Non ha alcun timore reverenziale contro i calciatori molto più grandi di lui. Scusate se è poco.

BULGARIA
Bozhidar Kraev (Levski Sofia): Trequartista. E' per distacco il talento bulgaro più luminoso della sua generazione. Ha segnato 70 gol in 60 partite, stregando Stoichkov e il Barcellona, che lo vorrebbero ne La Masia. Il suo idolo? Roberto Baggio.

CINA
Li Zonghyi (Guangzhou Evergrande): Centrocampista. Lo sta svezzando Marcello Lippi. Ha visione di gioco pressoché totale. Potrebbe diventare il primo vero gigante del calcio cinese.

COLOMBIA
Alveiro Sanchez (Deportivo Calì): Attaccante. A 15 anni ha segnato 36 gol, meritandosi il debutto in Prima squadra. Sogna il Barcellona.

CROAZIA
Ante Coric (Dinamo Zagabria): Trequartista. Proviene dalla scuola dei Modric, dei Kovacic e degli Halilovic. Come loro, ha i crismi del predestinato. Un regista di buon movimento per cui stravedeva José Mourinho. Ha già segnato in Europa League.
Nikola Vlasic (Hajduk Spalato): Trequartista/ala. Da poco diciassettenne, è figlio di un ex atleta e stimato preparatore fisico. E gli effetti si vedono: ha polmoni per quattro. Instancabile, rapido e tecnico.

DANIMARCA
Mikkel Duelund (Midtjylland): Centrocampista. Somiglia per larghi tratti a Eriksen, ma tutti giurano che abbia molta più personalità. Non ha alcuna intenzione di fare scelte affrettate e compromettersi la carriera. E' il capocannoniere del suo campionato.

INGHILTERRA
Dominic Solanke (Chelsea): Attaccante. Di lui Mourinho ha detto: "Se non sarà in Nazionale di qui a qualche anno dovrò prendermela con me stesso". Un bomber nato con una benedizione 'Special'.
Ryan Ledson (Everton): Centrocampista. Ha guidato da capitano l'Inghilterra Under 17 al successo quest'estate negli Europei. Ha un tackle per caviglie forti.

FRANCIA
Ousmane Dembelé (Rennes): Attaccante. Il suo bottino recita 15 gol in 20 partite. E' cresciuto in uno dei migliori vivai di Francia e piace già a tutti i top club inglesi, oltre alla Juventus. In Nazionale Under 17 conta una media di un gol ogni due partite.
Jean-Kevin Augustin (PSG): Attaccante. Il grande sogno della proprietà è che sia lui il fuoriclasse nato in casa capace di trascinare il club tra qualche anno, alla maniera di Messi in Catalogna. Un'ambizione che rende l'idea del talento di cui disponga.
Maxime Baila Lopez (Marsiglia): Centrocampista. E' nato in Spagna ma francese a tutti gli effetti. Brevilineo, è considerato l'erede di Valbuena.

GERMANIA
Benjamin Henrichs (Bayer Leverkusen): Centrocampista. Come se ai tedeschi mancassero giocatori in questo ruolo, ecco un altro talento puro. Talentuoso e di grande impatto fisico, in lui gli addetti ai lavori vedono un possibile erede di Ballack.
Benedikt Gimber (Hoffenheim): Difensore. Un muro di classe e personalità di fronte al portiere. Ha già vinto la medaglia Fritz Walter, recentemente ottenuta da gente del calibro di Toni Kroos e Mario Goetze.

GRECIA
Lazaros Lamprou (Panathinaikos): Attaccante. Oltre 20 gol la stagione scorsa, adora l'uno-contro-uno. Ha convinto a tal punto il suo allenatore da firmare il primo contratto da professionista a sedici anni.

ITALIA
Federico Bonazzoli (Inter): Attaccante. E' il secondo più giovane di sempre a giocare in Serie A con i nerazzurri, a 16 anni, 11 mesi e 27 giorni. E' stato il culmine di un lavoro iniziato nel 2004 e che lo vede numero 9 vecchio stampo, con un sinistro micidiale.

GIAPPONE
Daisuke Sakai (Oita Trinita): Difensore/centrocampista. Si è già allenato con la Nazionale maggiore. E' versatile e dotato di grandi polmoni. Ricorda il Park Ji-Sung dei tempi del Manchester United, più arretrato.

MESSICO
Erick Aguirre (Morelia): Centrocampista. Nato in una zona che brulica di malavita, tra traffico di droga e prostituzione, è riuscito a farsi strada fino ad essere notato dagli osservatori europei. E' il cuore del centrocampo della sua squadra. In Under 20 ha rubato la scena pur avendo due anni in meno di qualsiasi altro giocatore in campo.

OLANDA
Abdelhak Nouri (Ajax): Centrocampista. Lì, dove di talenti ne capiscono qualcosa, sono sicuri che giocherà nel Barcellona o nel Manchester United. Troppo forte, dicono. E' stato paragonato a un certo Ronaldinho...
Jari Schuurman (Feyenoord): Trequartista. E' considerato il miglior talento del settore giovanile del Feyenoord, a mani basse. Segna come un centravanti e non perde quasi mai il pallone. Una chioma bionda che imperversa nella metà campo avversaria.

NORVEGIA
Sander Svendsen (Molde): Attaccante. Odegaard gli ruba la scena perché ha un anno in meno, ma questo ragazzo non manca di nulla per sfondare. Gioca in Prima squadra e sogna il Barcellona. Ha già carisma da saggio in mezzo al campo.

POLONIA
Dawid Kownacki (Lech Poznan): Attaccante/ala. Franz Beckenbauer in persona ha alzato il telefono per provare a portarlo al Bayern Monaco. La risposta? “Deve ancora finire la scuola”.

PORTOGALLO
Ruben Neves (Porto): Centrocampista. E chi altri? In Europa sta già facendo parlare di sé. Ha trovato il primo gol da professionista in undici minuti. Lopetegui lo ha schierato in 9 occasioni su 11. E' già pronto.

ROMANIA
Cristian Manea (Viitorul): Difensore. Può giocare nel cuore della retroguardia o a schermo, da mediano come Daniele De Rossi. Intelligente, attento, tecnico, tattico. I romeni sognano di vederlo in un top team.

RUSSIA
Timur Zhamaletdinov (CSKA Mosca): Attaccante. Ha già giocato contro la Roma in Champions League. Ai più ricorda Luis Suarez. Non smette mai di segnare nelle categorie inferiori.

SERBIA
Luka Jovic (Stella Rossa Belgrado): Lo chiamano il 'Radamel Falcao serbo'. Dribbla qualsiasi cosa e tira da qualsivoglia posizione, ma è anche un rapace dell'area piccola. L'Atletico Madrid ha già provato a prenderlo.

SINGAPORE
Irfan Bin Fandi Ahmad: Attaccante. Si sta allenando in Cile, è il figlio del miglior calciatore della sua città-stato. In Asia si sta già facendo un nome.

SUDAFRICA
Fagrie Lakay (Santos): Attaccante. Ha già giocato due stagioni da professionista. I compagni di squadra lo chiamano 'Hulk' per la prepotenza fisica in campo. Ama spaccare la porta. D'altronde, con quel soprannome...

COREA DEL SUD
Seo Jung-Hyun (Pohang Steelers): Attaccante. Ha battuto i pari età del Manchester City quest'estate imponendosi da protagonista. Può giocare anche da trequartista e ha un cambio di passo micidiale.

SPAGNA
Adrian Marin (Villarreal): Difensore. C'è chi vede in lui il miglior spagnolo in assoluto classe 1997. E' un terzino sinistro a tutta fascia già promosso in Prima squadra.
Julen Arellano (Barcellona): Difensore. Non poteva mancare un calciatore blaugrana. Lui, nello specifico, si ispira a Gareth Bale del Real Madrid. Non a caso è stato al centro di un 'Clasico' di calciomercato sin da quando aveva 14 anni...
Ferran Sarsanedas (Barcellona): Centrocampista. E' già alla stagione numero otto in Catalogna. Si trova meglio nel centrocampo a tre ma non disdegna la fascia sinistra. Ha ancora bisogno di crescere fisicamente, ma i mezzi tecnici sono da Barça.

SVEZIA
Erik Andersson (Landskrona Bois): Centrocampista. Henrik Larsson punta su di lui da anni. Lo ha seguito la Juventus, continua a stupire. E ha un contratto in scadenza nel 2016.

TURCHIA
Enes Unal (Bursaspor): Attaccante. E' considerato il miglior centravanti turco dai tempi di Hakan Sukur. Nelle giovanili ha segnato 182 gol in 110 partite. Sì, avete letto bene.

STATI UNITI
Erik Palmer-Brown (Sporting Kansas City): Gioca per un club che ha investito pesantemente (tra i primi negli USA) nel settore giovanile. E i risultati si vedono. E' stato il più giovane difensore di sempre in MLS e conta già un'offerta rifiutata da parte della Juventus.

VIETNAM
Phan Thanh Hau (HAGL Arsenal Academy): Centrocampista. La Nazionale Under 19 vietnamita è tra le migliori in circolazione e il merito è in buona parte suo. E' cuore e cervello del centrocampo. Non a caso gioca per un'Academy dei 'Gunners'.




Commenta con Facebook