• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie B > Calciomercato, da Mancini a Spalletti: tutti i mister senza panchina

Calciomercato, da Mancini a Spalletti: tutti i mister senza panchina

Nomi illustri e giovani scalpitanti. Sono in molti gli allenatori ancora a piedi


Roberto Mancini (Getty Images)
Jonathan Terreni

04/09/2014 11:42

CALCIOMERCATO ALLENATORI / ROMA - Oltre al calciomercato dei calciatori ce n'è un altro, altrettanto importante, che riguarda gli allenatori. Magari se ne parla di meno ma c'è chi lavora sodo per trovare una panchina o chi preferisce prendersi un pò di tempo in attesa dell'offerta stimolante. In Italia sono in parecchi e tra questi ci sono anche nomi importanti. Primo su tutti Roberto Mancini, ai box dopo l'esperienza al Galatasary. Il 'Mancio' rientra nella categoria dei 'senza fretta' e dopo essere stato vicino alla Nazionale adesso si guarda attorno con pazienza. Stesso discorso per Luciano Spalletti, il toscano tornato dalla campagna russa con lo Zenit dove ha vissuto quattro anni intensi e particolari. Una nuova sfida in casa propria non lo disgusterebbe.

Nella sezione giovani emergenti, dove fino a poco tempo fa c'era anche Stramaccioni, non può non trovarsi ormai anche Clarence Seedorf. L'olandese sembrava destinasto ad un roseo futuro sulla panchina del Milan ma qualcosa è andato storto e le sue aspettative sono andate distrutte. Adesso vuole voltare pagina e dimenticare questa prima breve esperienza, convinto delle sue potenzialità. Quale sarà la prossima cattedra per il 'professore'?

Ci sono poi quelli che di panchine ne hanno viste molte, quelli nel giro del nostro calcio da anni, galleggianti tra Serie A e Serie B. Reja e Del Neri sono sicuramente due allenatori di livello che hanno però bisogno di un progetto costruito da zero, con le loro indicazioni e le loro disposizioni di mercato. Difficile quindi vederli in corso d'opera anche se fanno gola a molti presidenti. Anche Sersi Cosmi e Pasquale Marino sono due sicurezze, ma per molti a stagione in corso. Non resta quindi che attendere i primi esoneri. E' brutto da dire e pensare, è vero, tra colleghi c'è sicuramente solidarietà (almeno di facciata) ma il mondo del calcio, del nostro calcio, è anche questo. Vietato sbagliare.

Ultimo in ordine di tempo dei disoccupati è Sannino, che ha detto addio al Watford pochi giorni fa archiviando la sua avventura inglese. Infine c'è chi non molla mai. Giovanni Trapattoni è uno dei decani del nostrto calcio e a 75 anni, dopo le avventure con l'Irlanda, non sembra avere nessuna intenzione di appendere il fischietto al chiodo.

 




Commenta con Facebook