• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Primo Piano > L'editoriale di Sugoni - Manolas, Biabiany, Cerci: parte la volata degli ultimi quindici giorni di m

L'editoriale di Sugoni - Manolas, Biabiany, Cerci: parte la volata degli ultimi quindici giorni di mercato

Consueto appuntamento con il nostro editorialista ed esperto di SkySport24


Alessandro Sugoni
Alessandro Sugoni

14/08/2014 11:04

EDITORIALE SUGONI SKYSPORT24 / MILANO - Quindici giorni all’inizio del campionato. Quindici giorni per fare gli ultimi ritocchi o cambiamenti sostanziali alle rose. L’Inter ad esempio ha già fatto molto in questo calciomercato. Quasi tutto. Manca un ultimo arrivo. Perché qualcos’altro ancora davanti Mazzarri se lo aspetta. Biabiany è il giocatore che avrebbe (ha) il profilo ideale. Duttile, conosciuto ed anche (abbastanza) economico. Se non finirà prima in Inghilterra, il colpo di fine mercato potrebbe essere lui. A meno che...A meno che non arrivi qualche cessione (Guarin?) a portare soldi freschi in cassa. Capitolo mercato Juventus: una cessione - in questo caso Vidal - potrebbe far decollare anche gli ultimi 15 giorni della società bianconera. E portare ad Allegri Manolas, Guarin e magari quel Chicharito Hernandez che Van Gaal sembra proprio non volere più. Altrimenti comunque la Juventus si muoverà, ma cercando di fare operazioni in prestito o con costi particolarmente vantaggiosi. Proprio in questa direzione va il discorso appena avviato con Luisao: pronti tre anni di contratto per lui, ma solo se il Benfica accetterà di lasciarlo andare a costo zero.

Nella stessa situazione più o meno si trova la rivale principale dei bianconeri. La sensazione è che nemmeno il mercato Roma sia chiuso. Un giocatore dalle caratteristiche offensive è sempre nei pensieri di Sabatini, che pensa anche al futuro e ragiona sui due talenti colombiani del River Plate, Balanta e Carbonero. Anche qui, a stravolgere  tutto potrebbe essere qualche partenza. Benatia, ovviamente, ma anche Ljajic. Questione di offerte, che però ancora non sono arrivate o – se lo sono – non sono state soddisfacenti. Ma il tempo stringe. Per questo per alcune operazioni è necessario mettere dei limiti.  Fissare dei termini. E’ quello che ha fatto la Fiorentina con Cuadrado. Lo United, ma soprattutto il Barcellona lo vogliono fortemente. Della Valle lo può vendere, ma per più di 40 milioni. Il fatto è che quel termine sta per scadere (anche se una super offerta sarebbe valutate pure se dovesse arrivare la prossima settimana) e ancora dei milioni prospettati non si è vista nemmeno l’ombra. La sensazione  è che se finirà la prossima settimana in maglia viola, ci finirà anche la stagione. La stagione del Milan invece partirà comunque con tante novità. In panchina ma anche in campo. E non sono finite. Perché le ultime due settimane serviranno a trovare il centrocampista che potrà far aspettare con calma il recupero di Montolivo (Dzemaili l’uomo individuato, anche se non è certo che il Milan si muoverà anche in mezzo) e soprattutto l’esterno offensivo.

Come ribadito nell'incontro di Arcore e durante il vertice calciomercato Milan, Inzaghi continua a considerare Cerci la prima scelta. Però al momento rischia di restare un sogno. Ma le alternative non mancano- da Douglas Costa a Lavezzi, che senza rinnovo potrebbe tornare clamorosamente sul mercato. Comunque il Milan aspetterà gli ultimi giorni per provare a strappare un prezzo vantaggioso. Di obiettivi ne ha sondati tanti il Napoli, sempre alla ricerca di due centrocampisti, mentre – nonostante la partenza di Fernandez – non sembra comunque intenzionato a prendere un altro difensore. Lucas Leiva è l’unico presente da tre mesi nella lista di Bigon e Benitez. E l’avvicinarsi della fine del mercato può ammorbidire il Liverpool e magari convincerlo ad accettare finalmente l’idea di darlo in prestito. Fellaini piace e costa (anche in caso di prestito). Per questo De Guzman ha superato tutti. Il Napoli lo vuole in prestito con diritto di riscatto, il Villarreal vorrebbe monetizzare, anche per ha il Qpr pronto a pagarlo. Ma il giocatore vuole Napoli e alla fine questo potrà essere decisivo. Poi il Napoli non si fermerà qui, ma di centrocampista proverà a prenderne anche un altro per accontentare Benitez. Ecco perché gli ultimi quindici giorni di mercato probabilmente saranno proprio i suoi giorni.




Commenta con Facebook