• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italia > Nazionale, Buffon: "Nessuna spaccatura. Balotelli? Non ho mai parlato contro i singoli"

Nazionale, Buffon: "Nessuna spaccatura. Balotelli? Non ho mai parlato contro i singoli"

Il capitano dell'Italia ha ripercorso le ore successive all'eliminazione dal Mondiale


Buffon (Getty Images)

15/07/2014 23:35

NAZIONALE BUFFON BALOTELLI MONDIALE / CARRARA - Gigi Buffon ha parlato a 'Sky Sport' delle presunte spaccature nello spogliatoio dell'Italia: "Le mie parole contro Balotelli? In quel momento tornava comodo ai media dare quella chiave di lettura. Il mio discorso è stato molto più ampio, che non toccava assolutamente un singolo. Ho visto che il mister ha dato l'interpretazione giusta, che alcuni giornalisti autorevoli hanno provato a lavorare in maniera profonda sulle motivazioni del degrado del nostro calcio. Penso che si debba ricominciare da lì e non fare sempre il tutti-contro-tutti volendo per forza colpevolizzare qualcuno perché in quel momento torna comodo o fa audience. Non ho mai attaccato un compagno soprattutto dopo le sconfitte in vent'anni di carriera, figuratevi se lo faccio dopo una cocente eliminazione come quella del Mondiale. Tornava comodo a tutti dire che mi riferissi a Balotelli in quel momento e non potevo neanche replicare né smentire, perché non interessava quello che avessi da dire".

NESSUNA SPACCATURA - "Non c'erano spaccature, vengono acuite solo dalle sconfitte. Se con lo stesso gruppo di lavoro siamo arrivati in finale agli Europei e terzi in Confederations non esistevano spaccature. Poi a un certo punto fallisci, uno fa dichiarazioni che vengono strumentalizzate, allora viene fuori il discorso spaccatura. Alla fine la verità la sappiamo noi dentro: non ho mai visto nell'Italia uno spogliatoio spaccato, perché secondo me è una cosa che non può corrispondere al vero, al nostro modo di voler onorare la maglia della Nazionale e portare in giro per il mondo il nome della nostra nazione. Non c'è spazio per queste cose quando giochi una competizione importante come il Mondiale. E' anche vero che a volte sei disarmato, non hai armi per combattere ciò che per forza voglia essere scritto, ciò che vogliono far uscire a tutti i costi".

M.T.




Commenta con Facebook