• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, da Cerci a Feghouli: tutte le trattative in corso

Calciomercato Milan, da Cerci a Feghouli: tutte le trattative in corso

Il punto sui nomi e le situazione che la dirigenza rossonera sta vagliando in questa sessione di mercato


Alessio Cerci (Getty Images)
Hervé Sacchi (Twitter: @hervesacchi)

07/07/2014 12:30

CALCIOMERCATO MILAN TUTTE LE TRATTATIVE ITURBE CERCI BALOTELLI ABATE VRSALJKO / MILANO - Bando all'immobilismo. Rispetto alle passate stagioni, in casa rossonera sembra esserci maggior movimento in questa prima fase del mercato. Affari alla mano, il Milan si è limitato a portare a termine le operazioni Agazzi, Alex e Menez (tutti svincolati) e a riscattare Poli e Saponara, ma traspare un discreto attivismo volto a un unico obiettivo: regalare a Filippo Inzaghi un esterno offensivo. Galliani deve prima riuscire a trovare liquidità per affrontare tale investimento, che passa dal classico tesoretto alimentato dalle uscite e soprattuttto tramite il risparmi dei maxi-ingaggi. In questo senso, Kakà ha già dato una bella mano ma non basta. Per operare in entrata, il Milan ha bisogno di ulteriori sacrifici e, nelle prossime settimane, qualche altro nome illustre potrebbe lasciare Milanello. Ma andiamo ora a ricapitolare quali sono le trattative in corso.

IN ENTRATA - La telenovela Iturbe-Juventus non ha avuto ancora la sua puntata finale. Il Verona, a oggi, non ha dato il suo beneplacito sebbene i due 'fidanzati' siano pronti a dire sì. Da questo punto di vista, non c'è grande fretta visto che il club scaligero è sì rassegnato a dover lasciare partire il suo talento, ma può comunque attendere di ricevere una proposta migliore dall'amante vestito di rossonero. Non ci sarà un'asta, visto che la Juventus non sembra voler andare oltre i 23 milioni di euro proposti assieme a una contropartita tecnica. Il Milan, dal canto suo, sarebbe anche pronto a superare l'offerta bianconera in termini puramente economici, ma è chiaro che questi soldi devono pur arrivare da qualche parte. Nelle passate sessioni di mercato, Galliani ripeteva sempre che prima di un arrivo era necessaria una cessione. Non lo ha ancora precisato, ma di fatto è così anche quest'anno, specie senza la Champions League. Il Milan, insomma, deve contare sulle proprie forze.

L'alternativa principale a Iturbe resta il granata Alessio Cerci, la cui valutazione si aggira attorno ai 20 milioni di euro. Classe 1987, l'ex viola è reduce da un'ottima stagione che gli ha permesso di essere convocato in Nazionale e partecipare al suo primo Mondiale. Galliani e Cairo si sono incontrati nella giornata di ieri e tra i tanti discorsi, l'ad rossonero ha tirato in ballo anche l'esterno offensivo azzurro. I rapporti sono ottimi, visto anche il recente approdo di Nocerino in granata e le comproprietà rinnovate dei vari Verdi e Comi. Attenzione a possibili inserimenti in trattativa di questi come di altri nomi (vedi Niang), che potrebbero inseriti per abbassare le pretese del presidente del Torino.

Se il Milan non dovesse arrivare a Iturbe o a Cerci, sarebbero pronte delle opzioni di ripiego: si è parlato di Griezmann della Real Sociedad, del compagno di Nazionale Valbuena così come dell'algerino Feghouli, in forza al Valencia con il quale si tornerà a parlare a breve anche di Adil Rami, la cui offerta per il cartellino continua ad aggirarsi attorno ai 3,5 milioni. Il difensore transalpino non è partito con la squadra spagnola per il ritiro e questo gioca a favore del Milan, ma attenzione a non tirare troppo la corda perché il giocatore piace anche ad altri club d'Europa.

Sempre in difesa, il Milan resta in vantaggio su Sime Vrsaljko. Fino a qualche giorno fa l'affare sembrava essere sul punto di chiusura, ma la trattativa non sarà legata direttamente all'affare Matri.

IN USCITA - Detto di un possibile approdo di Sime Vrsaljko in rossonero, sarebbe Ignazio Abate il principale indiziato a lasciare Milano. Dopo la richiesta di rinnovo, il Milan valuta attentamente una possibile cessione del terzino azzurro: il PSG è in prima fila e considerando il contratto in scadenza al prossimo giugno, il Milan potrebbe decidere di lasciarlo partire per ottenere anche una fiche che coprirebbe l'acquisto dello stesso Vrsaljko. Il Milan dovrà dedicarsi a smaltire la rosa: dopo aver già lasciato partire i vari Kakà, Nocerino, Amelia ed Emanuelson, Galliani deve ancora piazzare Birsa (oggi potrebbe esserci l'incontro col Chievo), Constant, Matri e lo stesso Niang che ha sicuramente più mercato del franco-guineano.

Potrebbe essere la volta buona anche per liberare Robinho, il quale potrebbe raggiungere Kakà a Orlando. Poi c'è il capitolo Mario Balotelli. In vacanza a Miami con la fidanzata Fanny, l'attaccante ha perso ammiratori durante il Mondiale: Wenger sembra essersi ritirato dalla corsa e aver dirottato i suoi interessi verso Barcellona. Il Monaco resta sempre alla finestra, ma è chiaro che bisogna capire quanto un possibile acquirente sia disposto a spendere per MB45, considerando che il suo valore dopo il Brasile si è ridimensionato. Chi invece non ha perso ammiratori è Mattia De Sciglio, corteggiato e seguito dal Real Madrid.




Commenta con Facebook