• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Speciale Final Eight Primavera - Oggi in campo Fiorentina-Palermo e Juventus-Chievo

Speciale Final Eight Primavera - Oggi in campo Fiorentina-Palermo e Juventus-Chievo

Le quattro squadre si giocano l'accesso alle semifinali per lo Scudetto di categoria


Esultanza Viola alla Viareggio Cup (Getty Images)
Stefano D'Alessio (Twitter: @SDAlessio)

05/06/2014 14:04

CAMPIONATO PRIMAVERA FINAL EIGHT FIORENTINA PALERMO JUVENTUS CHIEVO / ROMA - Torna protagonista il Campionato Primavera 2013/2014 Trofeo 'Giacinto Facchetti', finalmente giunto alle Final Eight in programma dal 4 all'11 giugno in Emilia Romagna.

Nella giornata di ieri Lazio e Torino hanno strappato il pass per le semifinali, battendo rispettivamente Roma e Atalanta. Dall'altra parte del tabellone, a giocarsi oggi un posto tra le migliori 4 d'Italia saranno Fiorentina e Palermo (ore 17, Sant'Arcangelo di Romagna) e Juventus e Chievo (ore 21, Rimini).

Analizziamo, squadra per squadra, le quattro formazioni protagoniste nella parte destra del tabellone.

 

LA FIORENTINA - Seconda in Regular Season nel Girone C alle spalle della sola Lazio (64 punti) e battuta in finale di Coppa Italia proprio dalla squadra biancoceleste, la Viola di Leonardo Semplici cerca il riscatto alle Final Eight.

Il marchio di fabbrica della formazione toscana è il collaudato 4-3-3, modulo base in un sistema di gioco che predilige possesso palla e trame veloci. Al centro della solida difesa a 4 viola c'è l'affiatatissima coppia Madrigali-Empereur. A centrocampo, spiccano Bangu (capocannoniere del girone C a 16 anni con 15 reti) e Capezzi ('pupillo' di David Pizarro). In attacco brilla la stella di Gondo, prima punta atipica ivoriana assistita nel tridente viola dalle frecce Fazzi e Gulin.

 

 

IL PALERMO - La formazione rosanero ha conquistato l'accesso alle Final Eight grazie a un ottimo girone di ritorno in Regular Season (quarto posto finale) e a un doppio successo ai playoff contro Novara e Udinese (che pur presentava in campo Fernandes, Douglas e Zielinski).

Il punto di forza della squadra siciliana è il centrocampo, costruito attorno a capitan Giacomarro e Petermann (per lui garantisce Perinetti). In attacco, il nome da tenere d'occhio è quello di Accursio Bentivegna, seconda punta che ama partire da sinistra per trovare la giocata decisiva col destro. Alla recente Viareggio Cup ha stupito tutti e a Palermo tutti già lo paragonano ad Alexis Sanchez (lui, però, si ispira a Del Piero). Paragone per paragone, la punta centrale Malele è accostato talvolta a Shabani Nonda, come lui congolese e nato calcisticamente allo Zurigo.

 

 

LA JUVENTUS - Stagione poco esaltante fin qui per la Juventus Primavera, che ha vissuto lo scorso marzo anche l'avvicendamento in panchina tra Zanchetta e Fabio Grosso. Il campione del Mondo di Berlino ha collezionato in panchina 14 punti sui 21 a disposizione, strappando il secondo posto in coabitazione col Novara.

Il punto debole della formazione bianconera è la difesa, che in Regular Season ha concesso 36 reti in 26 partite. Nel reparto arretrato, però, da tenere d'occhio le prestazioni di Filippo Romagna, diciassettenne prototipo del difensore centrale moderno tutto dinamismo, personalità e testa alta. Sul fronte opposto del campo, in attacco, spicca invece la coppia Donis-Marzouk.

 

 

IL CHIEVO - Padroni del Girone B in Regular Season (58 i punti collezionati al termine delle 26 partite), i clivensi di Paolo Nicolato (figura storica delle giovanili del club gialloblu) arrivano alle Final Eight come una delle squadre da tenere maggiormente in considerazione per il successo finale.

La stella della squadra è senza dubbio il capocannoniere Victor da Silva (19 reti in campionato), già finito nel radar dei maggiori club italiani (Roma su tutti). Meno conosciuto ai più è Filippo Costa, padrone della fascia sinistra clivense: mancino naturale, garantisce spinta e copertura per tutto l'arco dei 90 minuti.




Commenta con Facebook