• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Serbia, lutto nel mondo del calcio: si e' spento Boskov

Serbia, lutto nel mondo del calcio: si e' spento Boskov

Il tecnico aveva 82 anni. In Italia ha guidato la Sampdoria al tricolore nella stagione 1990-91


Il ricordo della Sampdoria
Maurizio Fedeli (twitter@Maurilio85)

27/04/2014 19:24

 

SERBIA MORTE BOSKOV / ROMA – Lutto nel mondo del calcio. Si è spento all'età di 82 anni Vujadin Boskov, ex tecnico della Sampdoria campione d'Italia nel 1991 e finalista in Coppa dei Campioni l'anno seguente. La notizia è stata diffusa dal sito ufficiale di una delle tante squadre allenate dal tecnico, il Vojvodina. In Italia l'allenatore oltre alla Sampdoria si è seduto anche sulle panchine di Ascoli, Roma, Napoli e Perugia. Il tecnico, oltre ai suoi successi, si è reso celebre per frasi come "Rigore è quando arbitro fischia".

Immediato il ricordo su 'Twitter' delle società nella quale il tecnico ha allenato, partendo dalla Sampdoria: "Ciao grande 'Vuja', unico ed inimitabile". Il Perugia ha commentato cosi la notizia: "Ciao Vuja Boskov. Grande uomo, grande allenatore di calcio, in panchina anche a Perugia nel 1999. RIP".

L'ex allenatore è stato ricordato anche da numerosi club nella quale non ha mai allenato, come il Palermo: "Anche il Palermo ricorda Boskov, maestro di calcio e di vita", Lo Spezia: "Le condoglianze dello Spezia Calcio alla famiglia Boskov" e la Juventus: "Un grande tecnico, un fiero avversario, un uomo speciale. La Juventus si unisce al cordoglio per la scomparsa di Vujadin Boskov. Ciao mister". Francesco Totti lo ricorda sul proprio sito ufficiale: "Oggi è scomparso un altro membro importante della famiglia del calcio, Vujadin Boskov, un grande uomo, competente, vincente e dotato di un umorismo acuto e intelligente. Ricordo ancora il giorno del mio esordio con lui sulla nostra panchina... come potrei dimenticarlo? Grazie mister per avermi dato questa possibilità, unica come sei stato tu. Ora dal cielo con la tua ironia e il tuo sorriso sono sicuro che continuerai a guardare il calcio con l'occhio dell'immenso maestro che sei stato". Anche i tifosi dell'Atalanta hanno voluto ricordare il tecnico serbo con uno striscione: "Onore al calcio antico onore a Boskov".

Anche Sinisa Mihajlovic ha voluto ricordare il suo ex allenatore: "Sono davvero addolorato. Per me era come un padre - le parole del tecnico della Sampdoria riportate dal sito dei blucerchiati -. È stato un maestro, un esempio, sul piano calcistico e anche sul piano umano, una di quelle persone che non vorresti mai lasciare e quando se ne vanno lasciano un vuoto incolmabile. Di sicuro non lo dimenticherò: insieme abbiamo condiviso diverse esperienze che porterò per sempre con me. Vujadin resterà una persona unica, inimitabile, una leggenda del calcio serbo e un mito per ogni sampdoriano. Partirò domani per la Serbia per rendergli l'ultimo saluto, quello che merita un grande uomo, di sport e di vita, come è stato lui".

 



\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n\r\n

Commenta con Facebook