• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan-Parma, Sacchi duro: "Assurdo contestare Galliani dopo 25 anni di successi"

Milan-Parma, Sacchi duro: "Assurdo contestare Galliani dopo 25 anni di successi"

L'ex allenatore rossonero: " La mancanza di riconoscenza e' davvero grave"


A sinistra, Sacchi (Getty Images)
Marco Di Federico

17/03/2014 10:08

MILAN GALLIANI SACCHI CONTESTAZIONE / MILANO - La cura Seedorf non ha portato alcun beneficio al Milan, che anzi sta peggiorando la sua situazione di domenica in domenica. Arrigo Sacchi, leggenda del Milan vincente dei tre olandesi, ha voluto prendere le distanze dalla dura contestazione andata in scena ieri contro il Parma. "La domanda più opportuna sarebbe perchè la tifoseria, dopo 25 anni di successi, si arroga il diritto di contestare la società, in particolare Galliani, e di minacciare la squadra. - le parole dell'ex tecnico a 'Radio Anch'io lo Sport' - La mancanza di riconoscenza è davvero grave, senza parlare della violenza che purtroppo ha sempre il sopravvento. Che possa succedere nella società che ha tenuto in alto il nome dell'Italia nel calcio negli ultimi 25 anni è incredibile. Non si può restare sempre al vertice, bisogna accettarlo in modo civile. É vero che prima il Milan prendeva solo grandi giocatori che poi in rossonero sono diventati campioni. Bisogna tornare a mettere il gioco al centro di tutto".

SEEDORF - "Arrivare a stagione in corso e giocare con qualcuno che non hai scelto tu è difficile. Io l'ho fatto una volta proprio al Milan e non lo rifarei mai più. In questo momento c'è anche una certa divisione in società e quindi non c'è troppa chiarezza e serenità".

BALOTELLI - "É sicuramente un talento ma da solo non può risolvere i problemi di nessuna squadra. Deve trovare un ambiente positivo ed un gioco che lo aiuti per esprimersi al meglio. Di certo ha dei limiti caratteriali che non lo aiutano, deve maturare perchè le sue straordinarie doti tecniche non possono bastare".




Commenta con Facebook