• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Dorin Goian su Palermo-Spezia, Lafferty e futuro

Dorin Goian su Palermo-Spezia, Lafferty e futuro

Il difensore rumeno doppio ex del confronto di sabato al Barbera, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it


Dorin Goian(Getty Images)
Giorgio Elia

20/02/2014 16:54

PALERMO-SPEZIA ESCLUSIVO DORIN GOIAN/PALERMO - "Nella sfida di sabato il Palermo parte con i favori del pronostico. I rosanero guidano in maniera legittima il campionato e hanno un organico superiore allo Spezia. In serie B non esistono partite facili e quella del Barbera non sarà una passeggiata per i padroni di casa, ma sono convinto che la formazione di Iachini riuscirà a spuntarla". Pende dalla parte del Palermo il pronostico di Dorin Goian difensore rumeno, doppio ex del match tra i rosanero e lo Spezia in programma sabato allo stadio 'Renzo Barbera', da lui analizzato in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it.

Goian che ricordi ha delle esperienze al Palermo e allo Spezia?

"A Palermo ho vissuto due anni importanti per la mia carriera e sono tanti i momenti belli vissuti. L'Europa League e la finale di Coppa Italia sono ricordi importanti, ma le emozioni più grandi le ho vissute nel doppio confronto con il Milan in semifinale che portò la squadra alla finale di Roma. Allo Spezia ho vissuto un anno tra alti e bassi, con la squadra che non è riuscita a centrare l'obiettivo play off. L'esperienza è stata comunque importante e mi auguro che i liguri possano festeggiare con i rosanero la promozione in A al termine della stagione".

Se Lafferty ha sorpreso in maniera positiva i tifosi del Palermo, Di Gennaro non è riuscito a ritagliarsi il suo spazio. 

"Quando ho letto della firma di Lafferty con il Palermo ero felice. Conosco le qualità di Kyle e anche a Glasgow aveva fatto bene per numero di gol realizzati oltre che per apporto regalato alla squadra in tutte e due le fasi di gioco. Lui è un matto ma nel senso buono del termine, un ragazzo in grado di trasmettere grande positività. Di Gennaro è dotato di grandi qualità e ho passato tanto tempo con lui nella passata stagione allo Spezia. Davide è un giocatore che ha bisogno di giocare con continuità per trovare la giusta forma, aspetto fondamentale per esprimere al meglio tutto il suo potenziale. Se gestito nel migliore dei modi può diventare determinate".

Oggi gioca in Grecia nell'Asteras Tripolis. Sogna il ritorno a Palermo al termine della carriera?

"In questo momento mi sento ancora un calciatore e a 34 anni non ho perso il piacere di giocare. Quando deciderò di appendere gli scarpini al chiodo mi piacerebbe rimanere nel mondo del calcio, o nelle vesti di allenatore o in quelle da direttore sportivo. A Palermo ho lasciato il mio cuore ed è proprio lì che è nato mio figlio. Nella vita tutto può accadere, intanto sabato nella partita contro lo Spezia tiferò per i rosanero".




Commenta con Facebook