• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > News > Calciomercato 2014, ecco le possibili novita' per l'estate

Calciomercato 2014, ecco le possibili novita' per l'estate

Il cambio di sede, se non una finestra estiva itinerante, accoglierebbero le esigenze delle diverse figure professionali


Ata Hotel Executive (Calciomercato.it)
Eleonora Trotta (Twitter: @eleonora_trotta)

13/02/2014 21:11

CALCIOMERCATO NOVITA' SESSIONE 2014 / ROMA - La sessione estiva del calciomercato 2014 potrebbe avere una nuova sede e chiudere prima i battenti rispetto alla consueta scadenza di fine agosto-primi di settembre. E' quanto richiesto del legale Claudio Pasqualin, Presidente Nazionale di Avvocaticalcio, e Giovanni Branchini, Presidente dell'Associazione italiana Agenti, durante un incontro/confronto avuto oggi in occasione del 'Turisport 2014' (ciclo di meeting internazionali sui temi del pallone alla BIT di Milano) con gli organi competenti e con i rappresentanti della Federcongressi. 

L'inadeguatezza dell'attuale 'Ata Hotel' di Milano e soprattutto le difficoltà logistiche dell'albergo milanese, hanno spinto i diversi agenti a chiedere già dal prossimo luglio una nuova location, approfittando della scadenza del contratto tra la 'Mastergroup' (assente oggi al meeting) l'azienda che cura il calciomercato, e l''Ata'.

C'è un condiviso ottimismo per un cambio di sede mentre per quanto riguarda la durata del calciomercato estivo (molti addetti ai lavori hanno domandato la chiusura a luglio o comunque prima dell'inizio dell'attività sportiva), restano ancora poca certezze. Per il futuro, dal 2015 in poi, si è pensato invece ad un calciomercato itinerante con diverse tappe nelle maggiori città come Roma, Napoli oltre chiaramente a Milano.

Procuratori come Mino Raiola (fu famosa la sua protesta per la mancanza di connessione all'Ata) avvocati e giornalisti, compresi noi di Calciomercato.it, potrebbero essere quindi presto accontentati: la prossima sede delle calde trattative sarà probabilmente più adeguata, funzionale e pronta ad accogliere le esigenze delle diverse figure professionali del calciomercato.

 




Commenta con Facebook