• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Palermo > Fabrizio Castori su Palermo, Lazaar e Valdifiori

Fabrizio Castori su Palermo, Lazaar e Valdifiori

L'ex tecnico del Varese parla del nuovo acquisto del club del patron Zamparini e del possibili obiettivo del prossimo mercato ai microfoni di Calciomercato.it


Achraf Lazaar(Getty Images)
Giorgio Elia

06/02/2014 12:17

MERCATO PALERMO ESCLUSIVO CASTORI / PALERMO - "Ricordo bene il giorno dell'esordio di Lazaar. Decisi di lanciarlo in campo per la sua forza fisica, velocità, per la sua grande esplosività nella corsa ma soprattutto per la sua grande voglia. In allenamento mostrava sempre tanta applicazione, voglia di apprendere e concentrazione, tutti aspetti che mi hanno portato alla decisione di puntare su di lui. Achraf è un ragazzo serio e in possesso di grandi doti tecniche, motivo per il quale posso tranquillamente affermare che il Palermo ha portato a casa un ottimo giocatore". Parole firmate Fabrizio Castori ex tecnico del Varese il quale, in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, racconta dell'esordio nel 'calcio dei grandi' da parte di Achraf Lazaar ultimo arrivato in casa Palermo

FAME E CRESCITA - L'ex tecnico dei lombardi prosegue poi la sua analisi dell'esterno marocchino, svelando il segreto della sua crescita ma anche i possibili margini di miglioramento: "Lazaar è un ragazzo che ha fame. La sua storia parla chiaro e il tipo di vita vissuta da lui e dalla sua famiglia, gli hanno permesso di far propria la mentalità del lavoro e del sacrificio. Anche quando ci si allenava al campo e lui era alla prima esperienza appena uscito dalla Primavera, era sempre lì pronto a chieder consigli e a 'rubare' i segreti del mestiere ai compagni più esperti. Sicuramente come tutti i ragazzi può vivere anche a livello umorale di alti e bassi, ma questi sono aspetti  che vanno messi in conto con i giovani calciatori. Può migliorare in fase difensiva, soprattutto nella copertura in piena area di rigore, oltre che nel saper mantenere la concentrazione alta in queste situazioni per tutta la durata dell'incontro. L'esperienza a Palermo gli sarà sicuramente utile nel suo percorso di crescita".

VALDIFIORI - L'allenatore di San Severino Marche parla poi di Mirko Valdifiori, regista dell'Empoli cercato dal Palermo proprio in questo mercato di riparazione: "Posso dire tranquillamente di aver lanciato Mirko a Cesena. Fin da subito si intravedevano le sue qualità e ricordo un aneddoto particolare legato alla sua esperienza in Romagna. Il presidente Lugaresi vedendolo giocare negli Allievi, rimase impressionato dalle sue doti, dicendomi che avevamo trovato il degno erede di Salvetti. Il patron, evidentemente, era statao lungimirante. Se il Palermo dovesse puntare su di lui per un campionato in Serie A, farebbe sicuramente un'ottima scelta e spero per Mirko che nella prossima stagione possa finalmente esprimere tutto il suo talento in quella categoria che tanto merita".




Commenta con Facebook