• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Mercato come la classifica: Juventus top, Inter flop

Mercato come la classifica: Juventus top, Inter flop

Consueto editoriale del lunedi' sui temi piu' attuali del week end calcistico


Mirko Vucinic (Getty Images)
Eleonora Trotta Twitter: @eleonora_trotta

20/01/2014 17:40

EDITORIALE VUCINIC GUARIN / ROMA - Vi avevamo anticipato che non sarebbe stata una 'semplice' finestra di riparazione. I racconti, i retroscena, le accelerazioni improvvise delle ultime settimane continuano infatti a caratterizzare questo gennaio 2014 come uno dei più caldi della storia del calciomercato invernale. Dal trasferimento di Nainggolan a Roma, passando per i passaggi di Matri e Jorginho fino al clamoroso (possibile) scambio sull'asse Milano-Torino con Guarin e Vucinic, gli addetti ai lavori come noi non si sono mai permessi momenti di relax. Perché il calciomercato, per definizione, è in continua e costante evoluzione e punisce, a volte, chi grida ed urla 'all'affare concluso' con troppo anticipo. L'affare Bastos nel week end con il controsorpasso della Roma è solo un esempio e una conferma del lavoro della redazione di Calciomercato.it, che in tempi non sospetti aveva ipotizzato ed intuito un possibile ritorno di fiamma proprio dell'allenatore che per primo ha valorizzato l'ala brasiliana, Rudi Garcia.

Messo da parte il secondo duello Napoli-Roma, dopo quello per il mediano belga, la copertina però ora è tutta per Juve ed Inter, alle prese con il maxiscambio Guarin-Vucinic. E mentre i club definiscono i dettagli dell'operazione, i social network ospitano la calda - a tratti ironica - protesta del popolo interista, deluso per l'ennesimo regalo ai nemici storici. In effetti, basta fare due veloci calcoli per capire che il guadagno (se l'operazione sarà alla pari o anche con piccolo conguaglio economico), in termini tecnici e non solo, sarebbe soprattutto bianconero: il centrocampista ex Porto ha una valutazione di circa 18 mln di euro, un mercato di tutto rispetto (non solo il Chelsea si è interessato) e dei margini di miglioramento importanti. L'attaccante montenegrino, invece, un cartellino di circa 9-10 milioni euro, pochissime corteggiatrici (l'interessamento dell'Arsenal o altre società non si è mai concretizzato) e soprattutto una continuità da valutare. Il vantaggio per l'ex punta giallorossa si chiamerebbe così soprattutto Mazzarri: un allenatore sempre bravo nel valorizzare i 'bomber' della sua gestione (Bianchi e Cavani solo per citarne due).

Vucinic potrebbe però non incrociare Ranocchia, destinato al Borussia Dortmund dopo i contatti e le chiamate anche degli ultimi giorni. Il famoso tesoretto necessario per Thohir e per i suoi conti, dovrebbe così arrivare proprio dalla cessione del difensore nerazzurro valutato dalla sua società quasi 15 milioni di euro. L'ex Bari gradisce la destinazione tedesca dopo che per qualche istante ha vestito la maglia bianconera: è stato lui infatti il primo giocatore ad essere proposto alla Juve in cambio di Vucinic. Da lì la controrisposta di Conte 'Datemi Guarin'. Un'altra vittoria dell'allenatore salentino, un'altra 'sconfitta' della nuova Inter di Thohir.




Commenta con Facebook