• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-GENOA

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-GENOA

Fetfatzidis spacca in due la partita; Cavanda e Ciani errori fatali


Lazio-Genoa (Getty Images)
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

03/11/2013 18:15

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-GENOA/ ROMA – Il Genoa vince in casa della Lazio per il terzo anno consecutivo grazie alle reti di Kucka e Gilardino. Tra i liguri, decisiva la prova di Fetfatzidis, capace di cambiare il volto al match con il suo ingresso in campo. Fatali gli errori di Ciani e Cavanda per i biancocelesti.

LAZIO

Marchetti 6 – Il Genoa tira poche volte in porta: letali il sinistro di Kucka e il rigore di Gilardino.

Cavanda 4,5 – Non fa mancare il suo apporto in fase di spinta ma difende in maniera quasi imbarazzante su Kucka permettendo allo slovacco di siglare la rete del vantaggio rossoblù.

Ciani 5 – Il duello con Gilardino sarebbe finito in pareggio ma macchia irrimediabilmente la sua prestazione con l’ingenuo ed ingiustificato fallo di mano in area che permette al Genoa di raddoppiare su rigore.

Radu 6 – Torna all’antico giocando da centrale di difesa: nonostante non sia al meglio fisicamente, dimostra di sapersela cavare anche lontano dalla fascia.

Pereirinha 6,5 – Una delle poche note positive nel grigio pomeriggio laziale: dirottato a sinistra da Petkovic, è uno degli ultimi ad arrendersi.

Gonzalez 5,5 - L'impegno non manca ma è in palese debito d'ossigeno. Dal 61' Perea sv

Ledesma 5 – Osa più del solito cercando spesso la giocata di prima: quando gli riesce, pesca Klose in area di rigore, quando va male rischia sempre di far ripartire il Genoa. Dal 73' Keita 6 - Prova a dare una scossa ai compagni ma entra in campo a partita ormai compromessa.

Onazi 6 - Cuore e polmoni al servizio dei compagni, non tira mai indietro la gamba quando c'è bisogno di lottare per una palla vagante.

Candreva 6,5 – Svaria su tutto il fronte offensive partendo sia da destra che da sinistra. Sempre invitanti i palloni che mette in area, ci prova anche su punizione trovando sempre la pronta risposta di Perin.

Klose 6 – Di testa costringe Perin al miracolo, di piede lo grazia mandando di poco a lato. Nella ripresa non ne ha più e si vede raramente dalle sue parti.

Felipe Anderson 5,5 – Le potenzialità non gli mancano (vedi i tunnel rifilati a ai difensori genoani) ma difetta ancora in personalità. Dal 61' Ederson 6 - Ha spunto e voglia di fare: col senno di poi, avrebbe fatto comodo qualche minuto prima.

All. Petkovic 5 – Prima sconfitta stagionale in casa per la sua Lazio che fatica a sbloccare il match e perde fiducia col passare dei minuti incassando l’uno-due terrificante del Genoa. Klose pesa troppo: se non segna, difficilmente si vince.

GENOA

Perin 7 – Si supera sul colpo di testa in avvio di Klose e blinda la porta parando il parabile. Oggi, finalmente, fa intravedere quelle qualità che portano molti addetti ai lavori ad indicarlo come futuro portiere della Nazionale.

Antonini 6 – Deve vedersela a turno con Candreva, Felipe Anderson e Keita: se la cava con il mestiere senza commettere grandi errori. 

Portanova 6,5 – Contro la sua squadra del cuore sfodera una prestazione di esperienza, guidando con autorità la retroguardia genoana.

Manfredini 5,5 – Klose gli scappa troppe volte e spesso deve ricorrere alle maniere forti per fermarlo.

Marchese 5,5 – Difende come può e limita al minimo le sortite offensive. Dal 46’ Fetfatzidis 7,5 – Entra in campo ad inizio ripreso e spacca la partita: trasforma il Genoa tatticamente, dona coraggio ai suoi e offre a Kucka l’assist per il vantaggio rossoblù.

Biondini 6 - Sa di doversi sudare la 'pagnotta' e gioca senza timori dando una mano in ogni parte del campo. 

Kucka 6,5 – Si vede poco ma appena ha l’occasione giusta punisce la Lazio con il sinistro vincente che spiana la strada al Genoa. Dal 70' De maio sv

Matuzalem 6 – Partita di lotta e di governo nonostante i fischi di un ‘Olimpico’ che non gli ha ancora perdonato l’entrata killer sull’ex compagno di squadra Brocchi la scorsa stagione.

Cofie 6 - Non si intimorisce di fronte al centrocampo biancoceleste dimostrando di avere una sfrontatezza da vendere.

Antonelli 6 - Dimostra di essere a suo agio anche agendo da esterno alto: prezioso il suo aiuto in fase di contenimento. Graziato dall’arbitro per un mani galeotto in area di rigore.

Gilardino 6,5 – Sgomita da solo contro l’intera retroguardia biancoceleste. Freddo nel trasformare il calcio di rigore che fissa il risultato sul 2-0. Dal 76' Konate sv

All. Gasperini 7 – Sbanca la capitale con un delitto perfetto: nel primo tempo attende, nella ripresa osa il giusto e affonda il coltello nelle incertezze della Lazio. Decisivo l’ingresso in campo di Fetfatzidis.

Arbitro Tommasi 5 – Proteste laziali per due episodi in area di rigore: il contatto Biondini-Candreva nel primo tempo e un braccio di Antonelli nella ripresa. In entrambe le occasioni, poteva esserci la massima  punizione. Grazie all’assistente di porta, fa bene ad assegnare il penalty al Genoa per il fallo di mano di Ciani.

TABELLINO

LAZIO-GENOA 0-2

Lazio (4-3-3): Marchetti; Cavanda, Ciani, Radu, Pereirinha; Gonzalez (dal 61’ Perea), Ledesma (dal 73’ Keita), Onazi; Candreva, Klose, Felipe Anderson (dal 61’ Ederson). All.: Petkovic.

Genoa (4-5-1): Perin; Antonini, Portanova, Manfredini, Marchese (dal 46’ Fetfatzidis); Biondini, Kucka (dal 69’ De Maio), Matuzalem, Cofie, Antonelli; Gilardino (dal 76’ Konate). All.: Gasperini.

Arbitro: Tommasi
Marcatori: 60’ Kucka (G), 71’ rig. Gilardino (G),
Ammoniti: 52’ Matuzalem (G), 70’ Ciani (L), 71’ Ledesma (L),




Commenta con Facebook