• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, Benitez fissa l'obiettivo: "Cinque anni ad alti livelli"

Napoli, Benitez fissa l'obiettivo: "Cinque anni ad alti livelli"

L'allenatore spagnolo parla di obiettivi, stadio, la sfida con la Roma e tanto altro



16/10/2013 08:38

NAPOLI BENITEZ INTERVISTA ROMA OBIETTIVI STADIO / NAPOLI - Rafa Benitez, allenatore del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista a 'Il Mattino'. Queste le sue dichiarazioni:

OBIETTIVI - "Dobbiamo essere sempre vicini alla perfezione per provare a vincere qualcosa. Il nostro messaggio è questo: essere forti negli anni come squadra e società. Non serve vincere una volta e basta, meglio essere cinque anni sempre ad alti livelli".

ROMA-NAPOLI - "Una cosa è il campionato e un'altra la Champions. In Serie A ci sono tante partite e c'è una corsa basata sulla resistenza. Si vince alla fine, non venerdì. Se vinciamo noi non vuol dire che sono migliore io di Garcia, stessa cosa se vincono loro. Lui è un tecnico di massimo livello, siamo stati una settimana insieme a Valencia, ma sono sempre contrario a questi confronti tra gli allenatori per decidere chi è puù bravo. In vista della partita sono fiducioso per il recupero di qualche infortunato, ma non per tutti. Bisogna vedere le condizioni di ognuno".

STADI CHIUSI E CASO BALOTELLI -
"Non possiamo far pagare a 60mila persone quello che combinano solo 200 tifosi. Negli stadi ci sono le tv a circuito chiuso per osservare i tifosi e individuare i responsabili, in Inghilterra lo si fa da tempo e la polizia li espelle dal campo. Balotelli? Noi abbiamo in rosa 24-25 giocatori ed è impossibile controllarli tutti. I calciatori fanno un qualcosa di speciale e ti aspetti da loro un messaggio sociale: qualcuno lo fa, altri non lo fanno".

PREPARAZIONE FISICA - "Se ci alleniamo all'80% col pallone siamo sicuri che tutti faranno la stessa preparazione. Noi dobbiamo allenare le gambe ma anche l'uomo, la persona. Soprattutto quando si giocano due partite a settimana se non hai un po' di riposo guardi sempre allo stesso allenatore e lo stesso preparatore e ti stanchi".

QUESTIONE STADIO -
"Io che vengo dall'Inghilterra so che ogni squadra, dalla Premier alla Championship, ha un centro sportivo allo stadio di proprietà. Lo stadio e il merchandising fanno la differenza, le società che pagano più soldi vincono nove volte su dieci il campionato. Nel 99% dei casi le squadre che spendono di più vincono anche. Questa è una regola o quasi. Siamo ancora un po' distanti con le big d'Europa, ma allo stesso modo dico che il mio Valencia, che in teoria non poteva competere con Real Madrid e Barcellona, comunque ha vinto".




Commenta con Facebook