• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Giovinco: "Scudetto difficile. Giusto che Prandelli non mi chiami"

Juventus, Giovinco: "Scudetto difficile. Giusto che Prandelli non mi chiami"

Il piccolo fantasista pronto per la prossima trasferta sul campo della Fiorentina


Giovinco, 26 anni (Getty Images)
Giorgio Musso (Twitter: @GiokerMusso)

11/10/2013 15:36

JUVENTUS GIOVINCO FIORENTINA / TORINO - Alla ripresa del campionato, ci sarà lo scoglio Fiorentina per la Juventus. Sebastian Giovinco si proietta verso la sfida del 'Franchi' al cospetto di Rossi & soci: "Sarà dura, soprattutto in un campo difficile per tutti come quello di Firenze. La Fiorentina poi è una squadra che negli ultimi anni ha fatto un ottimo lavoro, noi però ci faremo trovare pronti - ha dichiarato il piccolo fantasista a 'Juventus TV' - La corsa scudetto? Il campionato di quest'anno è più difficile rispetto al passato perché molte rivali si sono rafforzate. Ma questo significa anche che è un torneo più bello".

ESULTANZA MILAN - "La mia esultanza con il Milan è stata semplicemente spontanea. Aver segnato il gol del 2-1 contro una squadra così, è la cosa che più mi è piaciuta".

RIVALI - "Roma e Napoli sono due dirette concorrenti e devo dire che i giallorossi mi hanno impressionato. Saranno entrambe difficili da affrontare. E lo stesso vale per la Fiorentina, l'Inter e il Milan. Comunque siamo all'inizio, ed è ancora presto".

CHAMPIONS - "Col Real Madrid sarà un partita durissima, cercheremo di dare il massimo. Contro squadre come il Real, ci sono tante incognite".

NAZIONALE - "Il traguardo è stato raggiunto, speriamo di far parte della spedizione in Brasile. Giusta la decisione di Prandelli di non chiamarmi: lavorerò al massimo per guadagnarmi la convocazione per il Mondiale".




Commenta con Facebook