• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI CHIEVO-JUVENTUS

Il Chievo ci prova con Thereau, ma la Juve supera il secondo test veronese tra la classe di Pogba e le incertezze di Buffon.


Quagliarella (Getty Images)
Gianluca Scatena

25/09/2013 23:44

PAGELLE E TABELLINO CHIEVO-JUVENTUS/ VERONA – Hellas e Chievo. In tre giorni la Juventus incontra le due squadre scaligere registrando in archivio lo stesso copione. C'è bisogno di uno “schiaffo” per far accendere la spia rossa ai ragazzi di Conte: ci pensa Thereau, che porta in rete l'azione nata da un errore di un Buffon questa sera sicuramente non eccezionale. A svegliare l'orgoglio dei bianconeri, poi, oltre alle strigliate di Conte, servono le grandi giocate di Pogba e la determinazione di Quagliarella.

 

CHIEVO VERONA

Puggioni 6 - Compie una serie di ottime parate, anche in occasione del pareggio di Quagliarella. Sull'autogoal del compagno, però, non può nulla.

 

Sardo 6,5 - È la bestia nera della Juve. Sfrutta l'errore di Buffon e serve immediatamente Thereau per il vantaggio scaligero.

 

Clayton 6 - Più sicuro nella prima frazione di gara. Perde i pezzi nella seconda, specialmente dopo il vantaggio bianconero.

 

Bernardini 5,5 - Partita sufficiente nel complesso, se non fosse per l'autogoal che rovescia completamente le sorti della gara.

 

Cesar 5,5 - Paga in troppe circostanze la sua esuberanza nel mantenimento della posizione e non garantisce stabilità.

 

Drame 6,5 - Presente su tutte le palle. Supporta l'impostazione ed è aggressivo in fase di non possesso sulla sinistra dove Isla ha sempre poco spazio per crossare.

 

Estigarribia 5 - Praticamente invisibile. Gira a vuoto alla vista dei suoi ex compagni. Dal 66' Radovanovic s.v.

 

Bentivoglio 5,5 - Smista quando può, ma come il compagno di reparto si vede pochissimo.

 

Rigoni 6 - Ringhia, corre e recupera più palloni possibili a centrocampo.

 

Thereau 7 - In attacco il Chievo arriva poche volte, ma al primo vero tentativo capitatogli dinnanzi lui la mette dentro. Dal 87' Pellissier s.v.

 

Paloschi 6,5 - Tanta corsa, soprattutto per dar fastidio a Pirlo e in fase di copertura. Va anche in rete, ma la sua marcatura viene annullata per un fuorigioco inesistente. Dal 69' Ardemagni s.v.

 

All. Sannino 6 – Il Chievo è ben schierato. Sufficiente dal punto di vista tattico e mentale, perché i scaligeri non si chiudono a riccio e, anzi, cercano di giocarsela fino a quando i bianconeri decidono di fare sul serio.

 

JUVENTUS

Buffon 5 - Forse è scritto che la Juve debba prendere uno “schiaffetto” prima di reagire. In questo caso il portierone bianconero ci mette lo zampino e sbaglia un passaggio verso Peluso regalando la palla agli avversari per l'azione del primo goal. Sforna un'altra papera sulla rete di Paloschi, ma il guardalinee lo salva dalla gogna mediatica.

 

Barzagli 6,5 - Dietro è la solita certezza.

 

Chiellini 6 - Si offre in difesa e in attacco, tentando persino tiri dalla distanza.

 

Ogbonna 6 - Non imposta di certo come Bonucci, ma il suo apporto alla retroguardia si fa sentire sufficientemente.

 

Isla 5,5 - Ci mette corsa e intensità, ma è troppo impreciso nei passaggi e nei traversoni. Dal 64' Lichtsteiner 6 – La sua spinta, al contrario di quella del cileno, si fa sentire. Chiedetelo a Dramè.

 

Pogba 7,5 - Gioca piu avanti rispetto al solito, fa giocate di classe e si inserisce ottimamente in area. Dal suo cross nasce l'autorete di Bernardini. Fenomeno puro.

 

Pirlo 6 - Non ritrova la marcatura asfissiante di Jorginho e riesce a smistare più palloni.

 

Marchisio 6 - Titolare per la prima volta nella Juventus targata 2013/2014 dopo la Supercoppa. La sua presenza in campo, tuttavia, non è determinante; in alcuni frangenti sembra servire i compagni con molta superficialità. Nel secondo tempo, tuttavia, ci mette più grinta e accompagna i suoi alla vittoria.

 

Peluso 5 - Corre in avanti e indietro, ma sbaglia una quantità eccessiva di palloni quando prova a mettere la palla in mezzo dalla trequarti.

 

Llorente 6 - Recupera palloni a centrocampo, fa salire la squadra e gioca di sponda per i compagni. Partita di sacrificio e sostanza. Dal 88' Vidal s.v.

 

Quagliarella 7 - Il gol deve letteralmente conquistarselo dopo una serie di parate e rimpalli. Porta i bianconeri al pareggio con tanta determinazione in allegato. Dal 74' Tevez 6 – Solito toro in mezzo al campo che lotta su tutti i possibili palloni.

 

All. Conte 6,5 – Decide di fare un corposo turnover in vista dei prossimi appuntamenti. I suoi, però, devono ricevere la solita “spinta” morale prima di ingranare la quinta. Durante l'intervallo fa tremare gli spogliatoi del Bentegodi e il risultato ne risente.

 

Arbitro: De Marco 5 - Il gol di Paloschi era regolarissimo. Quanto basta per giustificare una “prestazione” chiaramente deleteria ai fini della partita.

 

TABELLINO

 

CHIEVO-JUVENTUS 1-2

 

Chievo (4-4-2): Puggioni; Sardo, Claiton, Cesar, Dramè; Bernardini, Rigoni, Bentivoglio, Estigarribia (65' Radovanovic); Théréau (87' Pellissier ), Paloschi (69' Ardemagni). A disp: Silvestri, Squizzi, Bernardini, Claiton, Lazarevic, Calello, Sestu, Frey, Acosty. All.: Sannino.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli, Ogbonna, Chiellini; Isla (64' Lichtsteiner), Pirlo, Pogba, Marchisio, Peluso; Quagliarella (75' Tévez), Llorente (88' Vidal). A disp: Storari, Vannucchi, Bonucci, Motta, De Ceglie, Asamoah,Vidal, Padoin, Giovinco, Vucinic. All.: Conte

Arbitro:De Marco

Marcatori:28' Thereau (C), 47' Quagliarella (J9 65' Bernardini (C) (Aut.)

Ammoniti:Dramè, Sardo, Bentivoglio (C)

Espulsi: -

 

 




Commenta con Facebook